I migliori fumetti del 2021 secondo Lo Spazio Bianco

I migliori fumetti del 2021 secondo Lo Spazio Bianco
Ecco i migliori fumetti del 2021 per Lo Spazio Bianco: non una classifica, ma un riassunto di quello che ha più colpito, emozionato o divertito ciascun collaboratore della redazione!

Grande-Gatsby-fumetto-1

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2021 PER LORENZO BARBERIS

  • Il grande Gatsby di Aya Morton e Fred Fordham (Tunuè)
    Un adattamento che riesce a mantenere una forte fedeltà alle atmosfere dell’opera originale con scelte visive che ricordano l’art decò anni ’20. Volete approfondire? Leggete qui.
  • L’uomo che ride” di David Hine e ()
    Il romanzo di Victor Hugo da cui deriva la storia che ha ispirato il personaggio del Joker, in una resa che sottolinea le corrispondenze con il mito di quello che forse è il più celebre villain dei comics. Qui una recensione approfondita.
  • Palepoli di (Coconino Press)
    Una reinterpretazione geniale e delirante della classica comic strip a quattro vignette, il fondamento dei comics che viene decostruito in un gioco folle, delirante e surrealista.

Menzione d’onore: Murder Ballads di Micol Betramini e Daniele Serra (Oscar Ink Mondadori)
Un viaggio inquieto e affascinante nel mondo delle ballate nere, per dare nuova vita a queste antiche storie oscure.

LeStregheCover

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2021 PER GIOVANNI DACÒ

  • Le streghe di Pénélope Bagieu (Nuvole Salani)
    Il classico di interpretato da una Pénélope Bagieu che ricrea magistralmente i mondi surreali, e molto meno politicamente corretti rispetto a tanta produzione attuale, del geniale autore britannico. Un libro per tutti, divertente, spaventoso, agrodolce. Qui approfondisco questi elementi.
  • Dune vol. 1 di Brian Herbert, Kevin J. Anderson, Raúl Allén, Patricia Martín (Oscar Ink Mondadori)
    Pubblicato in contemporanea con l’uscita dell’omonimo film di Denis Villeneuve, questo adattamento di Dune sfrutta al massimo le potenzialità del fumetto, offrendo un’esperienza visiva di alto livello che riporta in vita tutti i mitici personaggi creati dal grande Frank Herbert. Qui ne parlo in maniera approfondita.
  • #Vengoanchio Kindergarten di Luca Debus (Dada Editore)
    Le strips di Luca Debus con i personaggi di #Vengoanchio, il webcomic creato da Francesco Matteuzzi, e Federico Vicentini, in versione kids. Un umorismo sottile e privo di forzature fa riflettere con leggerezza su temi sociali e rapporti preadolescenziali. E qui la recensione completa.

Menzione d’onore: Finale di partita ( Bonelli #100) di Gianmaria Contro, Massimo Cipriani, Tommaso Bianchi, Max Bertolini, Paolo Raffaelli
Il centesimo e (non) ultimo albo della collana antologica ideata nel 2012 da , regala una storia con tante storie in diverse ambientazioni. Un albo denso di significati ma che lascia l’amaro in bocca per la fine di un progetto innovativo e capace, negli anni, di fare esordire autori e personaggi importanti come Mercurio Loi. Qui la recensione.

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2021 PER ETTORE GABRIELLI

  • Scirocco di Giulio Macaione (Bao Publishing)
    Di Macaione forse si parla poco, ma fumetto dopo fumetto continua a migliorarsi nel suo stile, sia nel raccontare personaggi realistici, coinvolgenti e storie piene di emozioni e sentimenti, sia per un disegno sempre più ricco e comunicativo. Roberta Vasallucci ne ha scritto qui.
  • Fiordilatte di Miguel Vila (Canicola)
    Dopo Padovaland la conferma di un grande talento nel raccontare personaggi pieni di sfaccettature, né buoni né cattivi, e di raccontare senza filtri la sessualità come elemento narrativo.
  • Giorni felici di Zuzu (Coconino Press)
    Fa strano pensare che sia alla fine la seconda opera lunga di Zuzu che nel frattempo ha scritto e disegnato tanto. Ma certamente il suo percorso passa da Giorni felici per consapevolezza dei sui mezzi, personalità nelle scelte di sceneggiatura, forza quasi animale del segno. Emilio Cirri ne ha parlato qui.

Menzione speciale: A.M.A.R.E. di Albertini / Sarritzu / Scomparsa / Socal / Vähämäki (Canicola)
Una raccolta di storie e autrici azzeccata e intelligente, varia eppure omogenea. Cinque autrici per cinque storie rappresentative del fumetto indipendente italiano per varietà di sensibilità e stili. Cinque storie che parlano di amore, amicizia e di crescita all’interno del progetto pedagogico “Dalla parte delle bambine”.

speciale_dylan_dog_35

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2021 PER AMEDEO SCALESE

  • Speciale Il pianeta dei morti – Una risata vi resusciterà di Alessandro Bilotta e Sergio Gerasi ( Editore)
    Alessandro Bilotta racconta in maniera dolce e potente la parabola di Waldo Wilkinson. Ennesima pietra miliare nel fumetto seriale italiano, illustrata magnificamente dal talento espressivo di Sergio Gerasi.
  • Saetta Rossa di Marco B. Bucci e Riccardo Atzeni (Panini Comics)
    Un mondo a 20.000 anni da adesso immaginato nei minimi dettagli da Marco B. Bucci, che riflette sull’odierno calando perfettamente in quel futuro remoto tematiche delicate. Ispiratissime le tavole interamente ad acquarello di Riccardo Atzeni. Ne ho parlato più approfonditamente qui.
  • Corto Maltese – Oceano nero di Martin Quenehen e Bastien Vivès (Cong)
    A Martin Quenehen e Bastien Vivès non tremano i polsi per questo ritorno di un personaggio leggendario. La una nuova incarnazione di Corto Maltese rimane in equilibrio tra il rispetto dei canoni storici del personaggio e la capacità di saperlo raccontare in maniera centrata e moderna.

Menzione speciale: #416 – Detenuto in attesa di giudizio di Mauro Uzzeo e Arturo Lauria (Sergio Bonelli Editore)
Mauro Uzzeo e Arturo Lauria realizzano una storia cupissima e claustrofobica, un’opera visionaria e unica per la capacità di trasmettere angoscia, il cui unico difetto è che purtroppo è rimasta monca.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su