I migliori fumetti dell’anno secondo Lo Spazio Bianco

I migliori fumetti dell’anno secondo Lo Spazio Bianco
Il 2022 volge al termine, e come tutti gli anni la redazione de Lo Spazio Bianco ha votato i suoi fumetti preferiti, in tempo per i regali natalizi!

Un altro tribolato anno è passato, ma se si guarda al mondo del fumetto si conferma il trend positivo di crescita: di lettori, ma soprattutto di nuove pubblicazioni visto i tanti nuovi editori, nonché autori e autrici che si sono affacciati sul mercato. Un mercato su cui è sempre più difficile essere aggiornati vista l’offerta ormai imponente, a tratti soverchiante.
Anche nel 2022, Lo Spazio Bianco cerca di fare un po’ di ordine chiedendo alla redazione di indicare quali siano i fumetti più belli o interessanti dell’anno. Come al solito, non si tratta di una classifica di merito, ma più un modo per offrire alcuni spunti su l’anno a fumetti appena trascorso e magari, visto il periodo, anche per dare alcune idee per regali di Natale!

Ecco le nostre scelte

Miglior Graphic Novel

Hypericon di Manuele Fior – Coconino Press

Hypericon-cover3Una riflessione sul tempo che scorre e sul rapporto che l’uomo ha con esso, con il passato e con il futuro. Ma anche un fumetto che parla di scelte, di possibilità infinite e del tradimento di queste:

“possiamo leggere quest’opera di Fior anche come il racconto di un futuro che non c’è mai stato, retrofantascienza di un mondo che, ad appena vent’anni di distanza, è difficile immaginare fosse così diverso da quello contemporaneo, anche nelle potenzialità.”

– afferma David Padovani nella sua recensione. Il tutto realizzato con l’inconfondibile stile, liquido e onirico ma anche dettagliato e preciso (soprattutto nelle architetture) di .

Building Stories di Chris Ware – Coconino Press (Ex aequo)

Pubblicato in originale da Drawn and Quarterly nel 2012, arriva in Italia grazie a l’opera con cui Chris Ware ha cercato di estendere fino al limite il concetto di fumetto e narrazione sequenziale. Per dirla con le parole di Stefano Rapiti nella sua recensione:

 “Non si può non pensare a Building Stories come un atto d’amore verso il mondo dei fumetti, un’incredibile prova delle infinite possibilità di un medium. Un’opera che non finisce mai di rivelare, a ogni lettura, nuovi significati e che, scommettiamo, resterà attuale nel tempo come poche altre hanno saputo fare”.

Per presentare il volume, Chris Ware è stato il grande ospiti del Lucca Comics and Games 2022, e noi non abbiamo perso l’occasione per intervistarlo.

Jack Kirby – la vera storia del Re dei comics di Tom Scioli– Rizzoli Lizard (Ex aequo)

Una biografia a fumetti per il “King of Comics”, un omaggio di Tom Scioli a uno dei più immaginifici creatori di storie di tutti i tempi, forgiatore di un immaginario immortale, ma anche una ricostruzione certosina di un’epoca del fumetto ormai passata, resa con uno stile rétro.

“L’ aspetto vintage alle pagine, ingiallite per richiamare la pessima qualità di carta sulla quale gli albi a fumetti venivano stampati, contribuisce a immergere il lettore in un racconto che è al contempo quella della vita del Re e quello di un pezzo di storia del fumetto made in USA.”

sottolinea David Padovani nella sua recensione.

Venere Privata di Paolo Bacilieri – Oblomov Edizioni (Ex aequo)

eeeeDue cantori (e amanti) di Milano di epoche diverse, entrambi adottati dalla città, Giorgio Scerbanenco e Paolo Bacilieri si incontrano in questo adattamento a fumetti di un romanzo del primo a opera del secondo che si dimostra sin da subito il connubio ideale (come sottolineato dall’autore stesso nell’intervista realizzata da LSB a Lucca Comics 2022).
Storia d’esordio dell’investigatore Luca Lamberti nell’opera originale, nel fumetto di Bacilieri questa si scioglie in una sorta di saggio sociale sulla società dell’epoca, con il rigore del dettaglio architettonico e delle ambientazioni proprio dell’artista veronese, che dà corpo alle vicende trasformando il territorio urbanistico dell’azione in un territorio mentale. Ciò che nel libro di Scerbanenco avveniva attraverso la descrizione letteraria, qui avviene attraverso il gusto del particolare architettonico.

La Tempesta di Marino Neri – Oblomov Edizioni (Ex aequo)

“Siamo di fronte a una sorta di arcaico e barbaro rito di iniziazione che nulla ha di spirituale: il fiore dell’innocenza è stato spezzato e battezzato nel sangue; un nuovo uomo, simile a migliaia prima di lui, è nato.”

– dice Emilio Cirri nella sua recensione. Un fumetto che parla della fine dell’innocenza, dello scontro ideale tra mondi diversi in cui a rimetterci sono i più deboli, ma anche le idee più coraggiose e in cui nessuno sembra davvero innocente. Il tutto inquadrato nella consueta, affascinante e inquietante cornice simbolica che caratterizza l’intera opera di , come affermato dall’autore nelle interviste rilasciate al Comicon 2022 e a Lucca Comics 2022.

Tra i dieci più votati rientrano anche:

Big Questions di Anders Nilsen – Eris Edizioni
Disfacimento di Linnea Sterte – Add Edizioni
Il grande vuoto di Léa Murawiec – Comicon Edizioni
Mia Sorella è pazza di Iris Biasio – Rizzoli Lizard
Gli Assediati di Stefano Nardella e Vincenzo Bizzarri – Edizioni BD

Miglior Serie

Eternity di Alessandro Bilotta e Sergio Gerasi – Sergio Bonelli Editore

1664792053628.jpg--eternity__la_morte_e_un_dandyUna Roma sospesa tra tradizione e futuro è lo scenario in cui si muove Alceste Santacroce, raffinato e imperturbabile giornalista de L’infinito, giornale di gossip dal nome altisonante.
L’accostamento tra alto e basso, tra effimero ed eterno, sono i temi che dominano il convincente esordio di Eternity, la nuova serie Bonelli scritta da , con i disegni di Sergio Gerasi e i colori di Adele Matera. Un primo volume in cui tutto ruota attorno la figura del protagonista, motore immobile di un progetto che si annuncia interessante quanto ambizioso. Un progetto di cui ci hanno parlato a Lucca gli autori.

Dragonero di autori vari – Sergio Bonelli Editore

Tra le serie di lunga durata della Bonelli, si conferma forse quella piu’ solida e meglio progettata, uno dei titoli di punta della casa editrice come provato anche dalla serie animata prodotta quest’anno e presentata a Lucca Comics and Games 2022. Quest’anno sono stati molti gli episodi che sono piaciuti in redazione, come lo speciale evento Dragonero/Conan il Barbaro, Dragonero il Ribelle #34 (#111) – Nata in battaglia e soprattutto Speciale Dragonero n. 10 – Il regno dei lupi di Luca Enoch e Massimo Dall’Oglio, come dice Giovanni Daco’:

 “è dunque in grado di soddisfare sia gli amanti dello stile Bonelli, sia i lettori più giovani di manga. È questo, forse, lo scopo della casa editrice di via Buonarroti nel proporre, oltre alla serie animata, un albo come Il regno dei lupi: attrarre un pubblico di ragazze e ragazzi.”

The Swamp Thing di Ram V, Mike Perkins e Mike Spicer – Panini Comic/DC Comics

Il mito della “Cosa della Palude” rinasce nelle sapienti mani di Ram V, che si confronto senza paura con le gestioni Moore e Snyder, aggiungendo nuove riflessioni e livelli di lettura, affrontando temi come l’ecologia e il cambiamento climatico, il capitalismo, ma anche la potenza delle idee e delle storie.
Alla base i rapporti famigliari e sentimentali di un nuovo protagonista, l’indiano Levi Kumar, che permette a Ram V di parlare anche del suo paese d’origine, come fatto già in Gafiti’s Wall, Blue in Green e soprattutto Le Molte Morti di Laila Starr (altra miniserie del 2022 da recuperare). I disegni dettagliati di Mike Perkins (che con il suo tratto guarda con rispetto a John Totleben) e i colori cupi di Mike Spicer conferiscono all’opera un’atmosfera horrorifica che non si respirava da anni.

A questi si aggiungono, tra i più votati:

Batman Una brutta giornata – L’Enigmista di Tom King e Mitch Gerads – Panini Comics/DC Comics
Special #36: il progetto Hicks di Alessandro Bilotta e Nicola Mari – Sergio Bonelli Editore
Topolino e il prigioniero di Verdemare di Francesco Artibani, e Irene Fornari – Panini Disney

Miglior Manga

Number 5 di Taiyo Matsumoto – JPop

number-5-jpop-manga-taiyo-matsumoto-volume-1Serializzato a partire dal 2000 sulla rivista Ikki dell’editore giapponese Shogakukan in Giappone ma arrivato in Italia solo nel 2022 in due pregiati volumoni editi da JPop, Number 5 è la storia di una caccia all’uomo che diventa racconto corale, riflessione sul potere, sui sogni, sulla libertà e sulla violenza.
Il tutto inquadrato in una ambientazione fantascientifica post-moderna, un futuro lontano in cui l’Arzach di Moebius incontra le bizzarie più spinte di Miyazaki. Un gioiello di world building e di grande maturita’ di un autore capace di unire oriente e occidente in maniera originale e creativa.

Kaiju 8 di Naoya Matsumoto – Star Comics

Uno dei manga più attesi e più apprezzati del 2022, protagonista anche di una campagna mediatica finora mai vista nel nostro paese. Uno shonen solido, che usa elementi classici del genere ma li arricchisce con dettagli inaspettati. Nella recensione del primo numero, Federico Beghin scrive:

 “Il protagonista Kafka Hibino, trentaduenne solo in apparenza vinto dalla vita e capace di trasformarsi in una creatura dal design accattivante, si rivela fin da subito magnetico, perché attira l’attenzione dei lettori con la sua doppia personalità: da un lato l’uomo qualunque e dall’altro il potente eroe (ancora incompreso). Attorno a lui l’azione non manca e la tensione aumenta con accelerazioni tanto inaspettate quanto apprezzabili.”

Sunny Sunny Ann! di Miki Yamamoto – Coconino Press

Sunny Sunny Ann! di Miki Yamamoto è quanto di meglio può offrire il manga d’autore oggi: un segno fresco, una costruzione delle tavole intelligente e personale, un character design accattivante e delle tematiche rilevanti per la contemporaneità. Quando si entra nel mondo della protagonista ci si trova subito coinvolti emotivamente e la narrazione trascinante e ritmata elaborata dall’autrice crea un’atmosfera a cui si vuole inevitabilmente ritornare, per riassaporare il gusto di una libertà intensa e genuina. Qui potete trovare l’intervista curata da Lorenzo Di Giuseppe.

A questi si aggiungono, tra i più citati:

Nuvole a Nord-Ovest di Aki Irie – J-Pop
Gannibal di Masaaki Ninomiya – 001 Edizioni/Hikari
Tono Monogatari di – Ed. Canicola
Chainsaw Man di Tatsuki Fujimoto – Panini Planet Manga
20th Century Boys (Ultimate Edition) di – Panini Planet Manga
Spy x Family di Tatsuya Endo – Planet Manga

Miglior Autoproduzione

Hobby Comics n.7 dei Superamici

hobby-comics-7Come nella migliore tradizione del fumetto di supereroi, la scomparsa di riporta insieme i Superamici, che riprendono le loro pubblicazioni autoprodotte da dove si erano fermate. Hobby Comics n.7, il cui titolo eloquente è Speciale Morte 1 di 5, è al tempo stesso salace e sarcastica esorcizzazione del grande Mietitore, in tipico stile Tuono Pettinato, ma anche e soprattutto omaggio tenero e sentito a un grande amico (e grande autore di fumetti) che non c’è più.
Tra il racconto softporn-horror di LRNZ, quello bizzarro e inquietante di Ratigher, quello grottesco e sgangherato di Dr. Pira e quello come al solito tenero e tagliente di Maicolemirco, un piccolo, grande regalo: gli appunti di una storia inedita di Tuono, che conferma ancora una volta tutta la pungente arguzia e il sarcasmo dell’autore.

Delusi dalla Preda di Lorenzo Palloni – Mammaiuto

Un thriller corale teso e brutale, con una trama disturbante e ricca di colpi di scena. Che scriva fumetti autoprodotti o per importanti editori, Lorenzo Palloni si conferma il più prolifico, interessante e importante autore di fumetti noir in Italia, capace di affondare nella parte più’ oscura dell’animo umano grazie alle sue storie crude e violente, ai suoi personaggi tragicamente tridimensionali e al suo tratto ruvido, tagliente e ricco di chiaroscuri.

Amianto Rosso di autori vari – Amianto Comics

L’ultima antologia di Amianto Comics è dedicata al colore rosso, la tonalità della passione e del sangue, del dolore e della rabbia. In più di 200 pagine si alternano storie a fumetti, illustrazioni e testi che sviscerano le varie emozioni e sensazioni che suscita il rosso, creando un volume solido e coeso, un’antologia per varietà di stili e contenuti si proietta tra le più interessanti non solo del panorama italiano, ma anche europeo, confermando la cura e la qualità delle autoproduzioni di Amianto Comics.

A questi si aggiungono, tra i più citati:

E poi muori di Federica FerraroSputnik press
Il grande libro cosmico del Capitano Crociera di Leonardo Lotti – Alambicco Comics
Black Sand di Gianluca Girelli e Nas KirchmayrCollettivo Storie Brute
Out of the Box Anthology di autori variSpace Otter Publishing
Oltre le camelie di Elena Castellano e Giacomo Santini – Spaghetti Comics
Smack #0 del Collettivo Moleste
Under a spell di La Came – Mammaiuto
Paracity di Laura Micieli– MalEdizioni
Talea di Assia Ieradi – Blackboard
Povere Puttane di Martina Sarritzu, Eliana Albertini, Ritardo
SMOKING CAT di Claudio Marinaccio, Claudio Calia, Marco Corona
Wednesday Winter Worries di Bandabendata (è del 2021, ok, ma comunque si merita di stare qui visto il numero di voti arrivati)

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *