THE LIGHT OF HOPE: mostra fumetto degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari

THE LIGHT OF HOPE: mostra fumetto degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari
A partire dal 23 agosto e fino all'1 settembre, presso i nuovissimi spazi espositivi dell'OMC in via Mercato a Castellaneta, si potrà visitare la mostra "The light of hope", che raccoglie i lavori degli studenti del corso di fumetto dell'Accademia di Belle Arti di Bari.

THE LIGHT OF HOPE mostra di fumetto a Castellaneta. La luce della speranza si accende a Castellaneta con una mostra di fumetti profonda e carica di significati.

A partire dal 23 agosto e fino all’1 settembre, presso i nuovissimi spazi espositivi dell’OMC in via Mercato a Castellaneta, si potrà visitare la mostra “The light of hope“, che raccoglie i lavori degli studenti del corso di fumetto dell’Accademia di Belle Arti di Bari che, con freschezza e spirito d’avventura, hanno trasposto su carta le speranze e le paura legate alla pandemia.

Immagine

La mostra è curata dal Prof. Michele Giangrande, coordinatore del corso di Decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Bari, e dal Prof. , docente di fumetto; inoltre vede la collaborazione di Filomena Pucci come responsabile della comunicazione e grafica con il patrocinio del Comune di Castellaneta e della Pro Loco Rodolfo Valentino.

received_896917564258273

Lo spirito dell’iniziativa è ben espresso nelle parole del Prof. Giangrande: “Uno degli obiettivi principali della nostra Istituzione, l’Accademia di Belle Arti di Bari oggi guidata dal Direttore Prof. Giancarlo Chielli, è sempre stato quello di creare quante più occasioni e opportunità possibili per i nostri studenti al fine di ampliare il panorama di “esperienze sul campo” e vantaggi derivanti dalla nostra offerta formativa sempre attenta all’evolversi delle esigenze, richieste e aspettative del mondo del lavoro.”

Per quanto riguarda i significati che muovono il processo creativo alla base della mostra ci dice di più il Prof. : “L’idea era quella di buttare fuori tutto il malessere e il disagio dovuti alla pandemia e all’isolamento forzato. Gli studenti sono diventati personaggi e protagonisti della loro avventura su carta. Il mondo che abbiamo immaginato insieme è un mondo opaco, freddo e ostico. Un immenso grand canyon fatto di torri di roccia e distanze incolmabili e su ogni sommità la loro casa fatta ad immagine e somiglianza delle loro paure e loro imprigionati all’interno in compagnia di un mostro fatto di ombra e di una piccola luce sul petto, unica fonte di luce e possibile speranza, e come in ogni avventura, c’è un eroe o un’eroina che parte per liberare e sconfiggere il Mostro.”

La mostra sarà aperta tutti i giorni dal 23 agosto al primo settembre, dalle ore 20:00 alle 23:00.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su