(Roma, 1972) Frutto di una spora d’induismo attecchita nella culla della cristianità, Anadi “Hagi” Mishra nasce da un Bramino e una Romana-Torinese, sotto il pontificato di Paolo VI. Disneyano compulsavo e percussionista, impara a leggere su Topolino ben prima di cominciare ad andare a scuola. Ha sempre desiderato fare lo sceneggiatore di fumetti, solo che non se n’è mai accorto. Sin dalle elementari manifesta un vivace interesse per la storia. Alla maturità porta Italiano e Storia, e si laurea in Storia alla Sapienza di Roma. Smette con la musica nel 2011, e contestualmente consegue un Dottorato di Ricerca presso La Sapienza, con un progetto sulle identità in transito. Contemporaneamente Genesista e Pinkfloydiano, ama: Howard Hawks e George Cukor, Brian Blade, Barney Kessel e Donald Fagen, Philip Roth, Trevanian, Ellroy e Simenon, Dylan Dog e Bill Evans e la Scuola di Canterbury. Però impazzisce per Zombie, l’amico di Eta Beta. Tiene un blog (lasezioneaurea.wordpress.com) su cui verga il suo cyber-spleen a sfondo laziale. Ha pubblicato diversi racconti brevi e un romanzo. Ha cominciato a sentirsi anziano quando si è reso conto che la gente non capisce più le sue salaci battute.

Scritti da Anadi Mishra

Altri articoli da Anadi Mishra
Torna su