Atlas Comics: scontro sul brand tra Paramount e Dynamite

Atlas Comics: scontro sul brand tra Paramount e Dynamite
A pochi giorni dall'annuncio del lancio di un nuovo universo cinematografico, querelle sul nome legato all'accordo.

Nei giorni scorsi, durante il Festival di Cannes, il produttore Steven Paul aveva annunciato un accordo con la Paramount per creare un nuovo universo cinematografico basato sui personaggi a fumetti della Atlas Comics, con il coinvolgimento di Akiva Goldsman.

Mentre Paul rendeva noto di avere acquisito una quota di maggioranza delle proprietà editoriali del gruppo, la è uscita allo scoperto sostenendo di possedere il marchio Atlas Comics già da qualche anno.

La nuova Atlas Comics fu creata nel 1974 come facente parte di Seobard Publishing, una società lanciata da Martin Goodman quando questi si ritirò dalla Marvel Comics, che aveva fondato nel 1939. La Dynamite non dice di possedere i personaggi della Atlas Comics, ma di possederne il nome, cosa questa ribadita in un comunicato inviato alla rivista The Hollywood Reporter.

Non abbiamo idea del perché Martin Goodman, o qualcuno associato con lui, senta di potere utilizzare il marchio Atlas Comics. Tutti i diritti sui marchi che il gruppo originale della Seobard Publishing poteva avere nel nome “Atlas Comics” furono abbandonati decenni fa. A causa di tale abbandono, il marchio fu adottato nel 2002 da Jeffrey Stevens, che lo registrò nel 2005, e di cui la Dynamite detiene i diritti dopo averlo acquistato dal Signor Stevens nel 2014. Da allora stiamo effettivamente usando il marchio.

La casa editrice ha in effetti utilizzato il nome Atlas Comics per la realizzazione di copie in edizione limitata di alcuni titoli per testate di alto profilo per alcuni anni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su