Parliamo di:

Jesse Eisenberg su Lex Luthor: In lotta contro chi ha troppo potere

L'attore parla della sua interpretazione e delle motivazioni che muovono il villain nel film diretto da Zack Snyder.

Intervistato da Playboy, l’attore , che in interpreta il ruolo di Lex Luthor, ha parlato del personaggio e delle motivazioni che lo spingono ad agire contro Superman.

Il personaggio è in linea con ciò che il pubblico vuole vedere, ovvero un concetto più moderno e psicologicamente realistico di Lex Luthor. Le sue motivazioni sono molteplici, ha un modo di usare un linguaggio che è specifico per il modo in cui la sua mente funziona; lotta con dilemmi filosofici interessanti come quella sull’individuo che ha troppo potere, anche se quell’individuo sta usando quel potere per il bene. Per esempio, Superman ha usato i suoi poteri finora per fare qualcosa di buono, ma è sicuro avere qualcuno come lui che cammina per le strade? È bello che tutto questo avvenga nel contesto di un film di supereroi molto emozionante.

Mi ricorda uno di quei vecchi personaggi del teatro greco che dichiarano molto esplicitamente il dilemma filosofico a portata di mano e lo utilizzano in modo che si senta in linea con gli interessi e la voce del personaggio. Egli parla di grandi idee e di grandi temi: questo è ciò che rende il personaggio molto teatrale e tuttavia autentico. Questo è il tipo di ruolo che piace agli attori perché non si sente il problema di essere un pochino sopra le righe.

Jesse Eisenberg su Lex Luthor: In lotta contro chi ha troppo potere

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio