Dylan Dog #390 – La caduta degli dei (Barbato, Casertano)

Dylan Dog #390 – La caduta degli dei (Barbato, Casertano)
Paola Barbato e Giampiero Casertano collocano l'Indagatore dell'incubo in una vicenda concettualmente intrigante, dai risvolti filosofici ed antropologici. Un racconto ispirato, pienamente inserito nel ciclo della meteora.

La_caduta_degli_dei___dylan_dog_390-1_BreVisioni Dopo due episodi collegati al ciclo della meteora quasi esclusivamente nelle pagine introduttive e finali, La caduta degli dei si inserisce maggiormente nella continuity introdotta con Che regni il caos!. delinea l’intero scenario in funzione degli sconvolgimenti legati all’imminente e incombente impatto della meteora, con una trattazione che riprende concetti introdotti dal filosofo Pierre Teilhard de Chardin, le cui teorie scientifiche evoluzionistiche si integrano con riflessioni religiose in maniera non antitetica. La sceneggiatrice riprende qui la sua attitudine a porre in situazioni al limite della sopravvivenza, facendo emergere una caratterizzazione del personaggio che scatena una forte empatia nel lettore, incline all’immedesimazione in condizioni di estrema difficoltà. La trama si rivela interessante nell’approfondire cosa siano l’egoismo, le paranoie moderne e le paure ataviche dell’uomo, mettendo in discussione le scelte di autoconservazione e l’istinto di sopravvivenza di un’intera specie. In alcuni passaggi la scrittura rivela una tendenza a estremizzazioni retoriche, al punto da perdere quasi contatto con l’evolversi della trama a favore dello sviluppo dei concetti di fondo della storia, ma ciò non inficia la godibilità generale di un albo alquanto ispirato.
Le tavole di contribuiscono in maniera determinante alla riuscita dell’episodio, grazie all’enfasi sull’emotività dei personaggi e sulle loro reazioni agli avvenimenti narrati.

Abbiamo parlato di:
Dylan Dog #390 – La caduta degli dei
Paola Barbato, Giampiero Casertano
, febbraio 2019
96 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,50 €
ISBN: 977112158004790390

Dyd-390_BreVisioni

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su