Zagor #638 – Ombre sulla “Golden Baby” (Rauch, Sedioli, Verni)

Zagor #638 – Ombre sulla “Golden Baby” (Rauch, Sedioli, Verni)
Jacopo Rauch affiancato dai classici disegni di Gianni Sedioli e Marco Verni inaugura un’avventura in tre parti nella quale Zagor è alle prese con la discendente di una sua antagonista di molti anni fa: la strega indiana Dharma.

Zagor_638_cover_BreVisioni Ci sono autori che – vuoi per passione verso un dato personaggio, vuoi per tecnica e perizia professionale  – sembrano destinati a scrivere o disegnare determinati tipi di storie.
Uno di questi è senza dubbio Jacopo Rauch, sceneggiatore assolutamente a suo agio sulle pagine di che nell’albo di settembre inaugura un’avventura in tre parti.
Ricollegandosi a una storia di svariati anni fa, Rauch fa incrociare il sentiero dello Spirito con la scure con colei che pare essere la figlia di Dharma, strega indiana che con i suoi accoliti thugs diede filo da torcere a Zagor. In questo primo capitolo di un’avventura dalla vocazione corale, nella quale al protagonista si affianca la ciurma della Golden Baby – la nave del capitano Fishleg -, lo sceneggiatore senese dimostra la capacità di modulare i tempi tecnici della tipica narrazione zagoriana, alternando efficacemente al ritmo drammatico della storia alcuni stacchi comici pienamente calibrati e riusciti.
I disegni di Gianni Sedioli e Marco Verni contribuiscono all’aurea classica dell’albo, dimostrando in alcune sequenze di saper derogare – seppur minimamente – alla griglia bonelliana: prima con la scure di Zagor che “spezza” i contorni di una vignetta lanciata verso il lettore con un riuscito effetto tridimensionale; poi con varie quadruple che catturano la tensione della sequenza narrativa.
Lo stile dei due disegnatori risuona non solo della lezione di Gallieno Ferri ma anche di tanto classico fumetto statunitense, come quello di John Buscema.

Abbiamo parlato:
Zenith #689 (Zagor #638) –Ombre sulla “Gloden Baby”
Jacopo Rauch, Gianni Sedioli, Marco Verni
, settembre 2018
96 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,50 €
ISSN: 977112253400160689

1533042321551.jpg-_BreVisioni
©Sergio Bonelli Editore 2018
2 Commenti

2 Comments

  1. Giampiero Belardinelli

    14 settembre 2018 a 09:18

    Ottima recensione. Vorrei segnalarvi che, se non erro, Jacopo Rauch non sia senese ma originario della provincia di Arezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su