Incontro con Bernet e Recchioni: Tex, Torpedo e le inconfondibili chicas

Incontro con Bernet e Recchioni: Tex, Torpedo e le inconfondibili chicas
L’Instituto Cervantes di Roma presenta nell’ambito del ciclo d’incontri "DIÁLOGOS" presenta "Tex, Torpedo e le inconfondibili chicas", con Jordi Bernet e Roberto Recchioni. Giovedì 24 maggio alle ore 18.30.

Comunicato stampa

L’Instituto Cervantes di Roma presenta nell’ambito del ciclo d’incontri “DIÁLOGOS” Tex, Torpedo e le inconfondibili chicas, con  e .

Giovedì 24 maggio alle ore 18.30
Sala Dalí – Instituto Cervantes
Piazza Navona, 91 – Roma
Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili
Info: www.roma.cervantes.es – tel. 06.686 1871 – cenrom@cervantes.es

Ci ha fatto cavalcare tra le praterie con il suo splendido Tex, ha provocato brividi neri e cinici sorrisi con il suo gangster Torpedo, ha fatto sognare con le sue splendide figure femminili:
Chiara di Notte, Cicca, Sarvan, Custer, Light e tante altre. Senza disdegnare qualche incursione nel fumetto nordamericano con DC Comics e Vertigo (Batman, Jonah Hex, Solo, 100 Bullets, Spirit).
Da Barcellona a Roma, il maestro Jordi Bernet è protagonista, giovedì 24 maggio alle ore 18.30 all’Instituto Cervantes, per un nuovo appuntamento del ciclo “Diálogos”. Con lui, nella sala di piazza Navona, dialogherà Roberto Recchioni, curatore editoriale e disegnatore tra i più importanti nel panorama fumettistico italiano. Tex, Torpedo e le inconfondibili chicas è il titolo dell’incontro/evento ad ingresso libero – introdotto dal direttore dell’Instituto Cervantes di Roma, Juan Carlos Reche – che anticipa l’omonima mostra allestita al Mattatoio di Roma (ex MACRO Testaccio) nell’ambito di ARF! il Festival del Fumetto, dal 25 al 27 maggio 2018.

Gli autori

Classe 1944, Jordi Bernet Cussó è uno dei più noti e affermati fumettisti europei. Figlio d’arte, disegna fin dall’adolescenza e si forma leggendo i grandi fumettisti che disegnavano sui principali quotidiani americani: Noel Sickles (Scorchy Smith), Milton Caniff (Terry e i Pirati) e Frank Robbins (Johnny Hazard). Raggiunse la fama internazionale con Torpedo (sceneggiato da Enrique Sanchez Abuli), killer a pagamento di origini siciliane, che comincia a disegnare dal secondo episodio dopo l’abbandono della serie da parte di Alex Toth. Tantissimi sono stati i personaggi e le storie cui Bernet si è dedicato nella sua lunga carriera, ma sicuramente la crime story e il western sono i generi che preferisce. Fra le sue opere più famose in Italia – oltre la commedia sexy Chiara di Notte – c’è il “Texone” L’uomo di Atlana, sui testi di Claudio Nizzi, pubblicato da Sergio Bonelli Editore nel 1996.

Roberto Recchioni è sceneggiatore e soggettista per il fumetto e il cinema, illustratore, critico, personalità web. Ha scritto storie per personaggi come Tex, Diabolik e Topolino. Ha creato John Doe, insieme a Lorenzo Bartoli, e la serie multimediale Orfani, con Emiliano Mammucari. È curatore di Dylan Dog, per la Sergio Bonelli Editore. La sua graphic novel Mater Morbi è stata pubblicata in tutto il mondo, vincendo numerosi premi, e da Monolith è stato tratto un film. In ambito cinematografico si è occupato della realizzazione dei fumetti legati a Lo chiamavano Jeeg Robot e Smetto quando voglio. Masterclass. Recchioni è inoltre l’autore di YA, serie di romanzi fantasy.

L’iniziativa

“Diálogos” è un ciclo di incontri d’autore in programma all’Instituto Cervantes di Roma. Nel corso dell’anno, il nuovo format accoglierà presso la Sala Dalí (Piazza Navona, 91 – Roma) poeti, narratori, fumettisti, fotoreporter, drammaturghi, artisti e scrittori spagnoli e latinoamericani che dialogheranno con autori italiani. Il tutto combinando generi e confrontandosi sui vari aspetti della fase creativa e della realizzazione delle rispettive opere.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su