Dragonero #54 – Uccisori di draghi (Vietti, Crosa)

Un terribile drago sta portando morte su tutto l'Erondar. Ian si prepara ad affrontarlo mentre all'orizzonte si staglia la minaccia delle Regine Nere.

Dragonero #54 - Uccisori di draghi (Vietti, Crosa)Con questo storia, che si conclude sul prossimo numero, prende il via ufficialmente la saga delle Regine Nere, storyline che si svilupperà per tutto il 2018 sul mensile principale di . In questa sorta di prequel tornano finalmente in scena i draghi, in particolare uno dei cosiddetti “rinnegati”, che avevano scelto di non auto esiliarsi e rimanere nel mondo degli umani. Mentre Ian, Gmor e Sera devono fare i conti con la distruzione portata dal mostro, Alben (con una nuova compagna) indaga sulle mosse delle Regine Nere.
E’ un episodio di cui vuole subito fare sentire l’importanza nell’economia della collana, così, oltre al ritorno del drago, mette in scena alcuni importanti accadimenti. Uno su tutti è il ritorno forzato di Ian nelle terre del suo clan, il Valierdato, per prepararsi allo scontro a cui è destinato. Ben scritto, condotto con gran senso del ritmo e una successione degli eventi programmata a orologeria, l’albo non fa altro che confermare lo stato di grazia che la serie sta attraversando grazie all’attenta supervisione dei due creatori.
Di ottima fattura anche il lavoro di Riccardo Crosa ai disegni (il suo mese, visto che è autore anche di Dragonero Adventures #1). Abilità nella narrazione, gran caratterizzazione dei personaggi e un segno chiaro, elegante e raffinato, fanno della prova di Crosa un piacere per gli occhi, oltre che alzare il valore del team artistico scelto per la serie. Un primo tassello che fa davvero ben sperare per la lunga avventura messa in cantiere per Ian Aranill e compagni

Abbiamo parlato di:
Dragonero #54 – Uccisori di draghi
Stefano Vietti, Riccardo Crosa
, 2017
96 pagine, brossurato, bianco e nero – € 3,50
ISSN: 9772282430004

Dragonero #54 - Uccisori di draghi (Vietti, Crosa)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio