Zagor Darkwood Novels #3 (Burattini, Bertolini)

Zagor Darkwood Novels #3 (Burattini, Bertolini)
Con il terzo albo delle “Darkwood Novels”, si delineano sempre di più le caratteristiche che Moreno Burattini ha voluto infondere in questo progetto zagoriano.

zagor_darkwood_novels_03_coverIl terzo appuntamento con la miniserie Darkwood Novels conferma due elementi fondanti voluti da in questo progetto: la volontà di raccontare storie realistiche, più dure e violente, che si allontanano dalle tipiche contaminazioni fantastiche del canone dell’eroe e, soprattutto, la scelta narrativa di fare di un co-protagonista delle storie che il giornalista Hodgson va raccogliendo. Lo Spirito con la scure in queste pagine non è un eroe che piega il destino e i fatti alla propria volontà, bensì è un testimone partecipe degli episodi e delle esistenze in cui si imbatte.
Con questo Burattini sembra quasi voler ribadire al lettore la distanza e la differenza che passano tra il personaggio creato da Nolitta e Ferri e il ranger di GL Bonelli e Galep, tra l’empatia dell’uno e la graniticità dell’altro.
Ai disegni troviamo , sempre più a suo agio nell’universo zagoriano, che attraverso tavole che seguono una rigorosa e canonica griglia bonelliana, seppur dinamica e movimentata grazie all’asimmetria delle vignette e all’invasione degli spazi bianchi, non ha paura di mostrare la violenza cruda cercata da Burattini, oltre a regalarci uno Zagor ricco di espressioni facciali che mostrano la rabbia e l’ira del personaggio in alcuni frangenti.
Resta ancora denso il mistero sul personaggio che racconta queste inedite avventure di Patrick Wilding, anche se l’inizio e la fine dell’albo mettono in campo – o sembrano farlo – alcuni indizi importanti, anche da un punto di vista visivo.

Abbiamo parlato di:
Zagor Darkwood Novels #3 – La banda dei Métis
Moreno Burattini, Max Bertolini, Michele Rubini (copertina)
, agosto 2020
64 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,50 €
ISSN: 977223901100300018

zagor_darkwood_novels_03_int

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su