Parliamo di:

L’ossessione per l’arte: la biografia manga di Hokusai

L'ossessione per l'arte: la biografia manga di Hokusai
Hokusai di Shotaro Ishinomori è la biografia a fumetti di uno dei padri dell’arte giapponese. Ed è la storia di una vita dedicata all’arte, anzi, ossessionata dall’arte.
Articolo aggiornato il 22/09/2017

L'ossessione per l'arte: la biografia manga di HokusaiHokusai di è la biografia a fumetti di uno dei padri dell’arte giapponese.
Ed è la storia di una vita dedicata all’arte, anzi, ossessionata dall’arte.

Un autore la cui fama ha superato i confini del Giappone per essere apprezzato e preso come ispirazione anche in Occidente, dove la sua famosa onda è divenuta rappresentazione della pittura orientale e ha assunto un valore che potremmo definire iconico, ripresa e abbondantemente citata in ambito fumettistico oltre che nella pittura (da lui si dichiaravano influenzati grandi impressionisti come Monet).
La sua capacità di rappresentare la realtà attraverso una personale sintesi e uno stile precursore dei tempi è divenuta un esempio per tanti disegnatori delle nuvolette, facendo indicare ad alcuni storici che la nascita del manga fosse praticamente da rintracciarsi nell’opera di Hokusai per la sua capacità di stilizzare e rendere fruibile la realtà all’interno di antesignane vignette.

L'ossessione per l'arte: la biografia manga di Hokusai

La sua è una storia stupefacente, affascinante e pure discutibile sotto certi aspetti.
Hokusai nasce nel 1760, decimo anno dell’Era Horeki, e muore novanta anni dopo nel 1849; in un’epoca difficile in cui l’età media non superava i cinquant’anni, L'ossessione per l'arte: la biografia manga di Hokusaiil suo è un esempio di grande vitalità e determinazione. La narrazione del fumetto inizia proprio dal suo letto di morte e ripercorre attraverso i ricordi del vecchio autore, come tali narrati senza alcun un ordine temporale ma saltando da un anno all’altro, alcuni degli eventi fondamentali della sua vita.

Si scopre così la sua profonda inquietudine d’artista votato al raggiungimento della perfezione, che lo porta nell’arco della sua lunga vita a cambiare spesso nome d’arte per sfidare se stesso, per cercare nuove strade e nuove ispirazioni, a scapito della sua carriera, dell’agiatezza economica, della stessa famiglia.
Il ritratto che ne esce è quello di un uomo geniale nella sua arte, indomito nel perseguirla, pronto a superare i suoi limiti, ma al contempo profondamente egoista in questo suo inseguire nuovi obiettivi, incapace di mettersi in gioco senza sacrificare parte della sua vita.
Un atteggiamento probabilmente comprensibile a chi vive della propria arte, ma più lontano dal sentire della gente comune e che per questo può apparire quasi folle, pur nella profonda lucidità con cui viene ritratto.

L'ossessione per l'arte: la biografia manga di HokusaiA scrivere questa biografia è Shotaro Ishinomori (1938 – 1998), un vero maestro del manga, uno dei più prolifici e creativi della storia, padre su tutti di Cyborg 009.

Il suo stile è diretto, di immediata comprensione, con un segno che ha raggiunto una sintesi perfetta, capace con pochi tratti e un disegno che a prima vista può sembrare “semplice” di creare tavole ricche ed espressive.
Ogni ruga nel volto di Hokusai evidenzia una espressione, un turbamento, un attimo di stupore. Le sue tavole, composte di vignette regolari, mirano a una leggibilità universale, senza azzardare soluzioni degne di manga d’azione, e a suggerire una lettura compassata, lenta.

L’opera diventa quindi anche un confronto tra due artisti, separati da secoli di distanza, nonché un sentito omaggio al pittore, che Ishinomori decide di raccontare evidenziandone lo spirito indomito votato alla ricerca di quel “qualcosa” che con la sua arte sembra costantemente sul punto di scoprire ma al contempo si rivela inarrivabile.

 

Abbiamo parlato di:
Hokusai
Shotaro Ishinomori
, 2012
592 pagine, brossurato, bianco e nero – 12,00€
ISBN: 9788866341741

 

 

L'ossessione per l'arte: la biografia manga di Hokusai

2 Commenti

2 Comments

  1. Fulvio Vergnani

    4 ottobre 2012 a 19:11

    Chi si è appassionato al personaggio può entrare nella sua semplice e nello stesso tempo frenetica vita, raccontata in una immaginaria autobiografia dall’autore francese Bruno Smolarz (Hokusai, dita d’inchiostro, Barbès, 2012, 180 pagine, 14,00€), in cui le vicissitudini, i tristi appuntamenti della sua lunga esistenza sono raccontati con grazia dall’autore che mette in evidenza il contrasto fra la frenesia, la pazzia del disegno e la delicatezza delle opere.

    • Debris65

      7 ottobre 2012 a 08:48

      Ho avuto modo di leggerlo, davvero un buon volume, anche se purtroppo o per fortuna a seconda dei punti di vista dedicato innanzitutto a chi abbia interessi specifici pe questo autore..pertutti gli altri, bhè consiglio di rifletterci un paio di minuti in più..( e leggersi delle recensioni su questo manga) .Personalmente ho finito per riporlo fra le opere di biografia storica ( sic)!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio