Lilith#15 – Il fantasma d’Albione (Luca Enoch)

Lilith#15 – Il fantasma d’Albione (Luca Enoch)
In un distopico mondo contemporaneo, Lilith è ormai assurta a mito storico. Un capitolo differente per la serie di Luca Enoch.

lilith 15 copertinaCol quindicesimo numero della serie, dà il via all’arco narrativo che porterà alla conclusione delle avventure di Lilith, prevista per il 2017.
L’albo – totalmente sceneggiato e disegnato, come sempre, dallo stesso Enoch – è sicuramente il più atipico fra quelli usciti finora: abdica (temporaneamente?) dal suo ruolo di protagonista della storia, apparendo per la maggior parte del tempo solo nei racconti e nelle allucinazioni dei personaggi, mentre mancano tutti quegli elementi – i dialoghi con Scuro, i Cardi, il Miriapode – finora punti fermi di ogni singolo capitolo.
Quello rappresentato in queste pagine è un mondo contemporaneo solo vagamente distopico, frutto diretto delle vicende del numero precedente di Lilith, dove la Germania – uscita vittoriosa dalla Grande Guerra – occupa il ruolo di superpotenza egemone propria degli USA,  impegnata in un infinito conflitto fra Afghanistan e Iraq, teatro delle operazioni di mercenari  e giornalisti di guerra. La che si muove in queste terre appare per la prima volta fredda come una macchina, ormai totalmente disillusa e priva della sua consueta vena comica, mossa unicamente dal desiderio di portare a termine la sua terribile missione, sul senso della quale nutre già più di un dubbio.
Scritto e disegnato secondo gli ottimi standard della serie, Il fantasma d’Albione è probabilmente il numero di meno fruibile dal lettore occasionale, ma sicuramente molto apprezzabile per i fan ormai quasi decennali dell’opera di Enoch.

Abbiamo parlato di:
Lilith #15 – Il fantasma d’Albione

Editore, novembre 2015
132 pagine, brossurato, bianco e nero – 4,00 €
ISSN: 977203531500850015

 

lilith 15 chiusa

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su