Bianca Bagnarelli vince il Premio Lorenzo Bartoli ad ARF

L'autrice bolognese Bianca Bagnarelli, co-fondatrice di Inuit e Delebile, si è aggiudicata il riconoscimento come miglior promessa del fumetto italiano.

Il Premio Lorenzo Bartoli, conferito alla miglior promessa del fumetto italiano, è stato assegnato a , co-fondatrice delle realtà indipendenti Delebile e Inuit, autrice di Fish per la casa editrice inglese Nobrow (premiato con la Gold medal of the Society of Illustrator per la miglior storia breve) e illustratrice per molti famosi magazine internazionali e case editrici, quali The New York Times, The New Yorker, Mondadori, Medium, Moleskine, Piemme, Vice Magazine, Cicada Magazine.

Bianca Bagnarelli vince il Premio Lorenzo Bartoli ad ARF

L’annuncio è stato dato oggi, nel contesto di un incontro molto seguito di ARF Festival di storie, segni & disegni. Il premio è stato ideato dall’organizzazione del festival in collaborazione con Stay Nerd, Roma Makers e Verticomics, in onore dello sceneggiatore romano scomparso. Gli altri autori nominati erano French Carlomagno, Martoz, Giulio Rincione e Fabrizio Des Dorides.

Il comitato di selezione del premio era composto da studiosi del fumetto, giornalisti, organizzatori di festival e autori: Alino, Riccardo Corbò, Michele Ginevra, Michele Monteleone, Mirko Oliveri, Alberto Alpo Polita, Luca Raffaelli, Laura Scarpa e Matteo Stefanelli, mentre la decisione finale è spettata agli autori coinvolti nelle Masterclass di ARF!, ovvero Leo Ortolani, Giacomo Bevilacqua, Gipi, LRNZ, Annalisa Leoni, Lorenzo De Felici, Roberto Recchioni e Francesco Artibani.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

   

Inizio