Bentornata RiminiComix!

Bentornata RiminiComix!
RiminiComix è stata la prima fiera del fumetto postlockdown. Durante il festival abbiamo intervistato il direttore Egisto Seriacopi, che ci ha parlato di com'è stato ripartire e del futuro..
egisto_palco
Egisto Quinti Seriacopi davanti al palco di RiminiComics

Dal 15 al 18 luglio si è svolta l’edizione 2021 di RiminiComix, la prima fiera del fumetto dopo il lockdown.
Abbiamo avuto il piacere di incontrare personalmente Egisto Quinti Seriacopi, direttore artistico e tecnico di Riminicomix, per un’intervista particolare, svoltasi a più riprese fra gli stand espositivi, il palco e la Palazzina Roma, sede di alcune iniziative parallele al festival. Egisto, come si dice quando si incontrano professionisti vulcanici come lui, è infatti una persona che mette anima e corpo in ciò che fa, che sembra avere il dono dell’ubiquità e non rifiuta mai di fermarsi a parlare con qualunque membro dello staff abbia bisogno di direttive dell’ultimo momento o anche solo di un consiglio o una stretta di mano. Un esempio, insomma, di come si possa essere professionali anche senza rinunciare a una grande umanità nei rapporti personali.

Il primo incontro con Egisto si è svolto poco dopo che, dal palco, sono state annunciate le date dell’edizione 2022 di RiminiComix.

Egisto, è un piacere incontrarti quando avete da poco comunicato che la prossima edizione di RiminiComix si svolgerà dal 21 al 24 luglio 2022. È dunque giusto partire da questa importante novità, anche perché il prossimo anno ci sarà da festeggiare un anniversario notevole…
Sì: nel 2022 RiminiComix compirà la bellezza di 25 anni! È un anniversario significativo e rappresenta sia un traguardo sia un punto di partenza: un punto di arrivo perché, a prescindere dall’anno perduto, questo quarto di secolo è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Ma è anche una partenza, un nuovo inizio. E lo dimostra il fatto che, una volta chiusa l’edizione 2021, ci stiamo già preparando per la prossima che, appunto, si svolgerà nelle date che abbiamo comunicato con grande piacere.

In questi 25 anni è praticamente cambiato il mondo: c’è qualcosa di quel passato, all’apparenza così lontano, che vorresti recuperare e portare nel mondo delle fiere di oggi?   
Ricordo che, all’inizio di questa esperienza, andavo per fiere a promuovere RiminiComix. Ad esempio a Lucca, di cui sono grande estimatore e assiduo frequentatore.
In quelle occasioni ero a contatto con le persone del settore e non solo, con appassionati, spettatori.
Questo contatto che genera scambi, curiosità, idee, aspettative è stato molto istruttivo ed è ciò che più mi manca. Inoltre sono curioso e vorrei capire se queste persone sono cambiate perché oggi, è chiaro,egisto_palco2 abbiamo i social e quel tipo di contatto umano si è un po’ limitato ai giorni della fiera.

Com’è stato tornare al lavoro dopo un anno così complicato? E qual è stata la difficoltà maggiore nel realizzare questa edizione post pandemia?
È un problema selezionarne una… La difficoltà è stata riprendere in mano la vita, che per me corrisponde al lavoro. Pandemia e lockdown, a una persona di indole dinamica come me (e in questo caso, purtroppo, il dinamismo non è un pregio), hanno creato diversi problemi sociali. Ma riprendere è stato entusiasmante, come se avessimo ricominciato da zero. L’adrenalina è stata fondamentale e ha fatto apprezzare di più una serie di valori che forse, a volte, davamo per scontati.
Il lockdown ha però portato qualcosa di positivo con la nascita del Riff, la Rete Italiana dei Festival di Fumetto, che riunisce le fiere più importanti di Italia con lo scopo, sintetizzando, di far crescere questo settore e far conoscere alla politica la nostra realtà.

RiminiComix ha sempre puntato su un convincente mix fra varie realtà che circondano il mondo del fumetto. Sei soddisfatto del programma di quest’anno?

La nostra è una fiera con il fumetto come perno fondamentale attorno al quale ruota tutto il resto. Abbiamo sempre puntato a unire fumetto, editori, autori, , eventi e iniziative. Cito ad esempio l’ormai tradizionale workshop sul fumetto con di (che ha creato la prima Scuola di Fumetto Online in Europa), la mostra “ fotografie d’autore” o il Quiz “Dante a Fumetti”. Tengo particolarmente a sottolineare come il nostro focus sia sul coinvolgimento degli autori italiani e sulla valorizzazione dei prodotti nazionali. Un esempio è il lavoro del giovane Debus, che ha esordito “in cartaceo” con la pubblicazione di #vengoanchio: kindergarten, protagonista anche di una mostra alla Palazzina Roma. È un prodotto molto interessante e intelligente che, oltre a divertire, affronta temi sociali, in particolare quello molto attuale dell’inclusività.
In generale però sono soddisfatto e fiero di tutta la struttura e la macchina organizzativa della manifestazione.

vanniL’esibizione di Giorgio Vanni, ma anche tutte le iniziative che si sono svolte sul palco di RiminiComix, ha dato modo al pubblico di dimostrare quanta voglia c’era di tornare a divertirsi insieme. Hai avvertito anche tu questa volta, nonostante le tante fiere che hai organizzato, un’elettricità particolare nell’aria?
Innanzitutto bisogna ringraziare Giorgio, che ha il grande merito di saper coinvolgere i fan in modo unico e secondo a nessuno. E anche B.H.C con Ramona, Stab e tutto lo staff. Poi, in generale, confermo che è stato bellissimo. Non solo rivedere la gente divertirsi insieme, ma anche sentire le loro opinioni e la loro voce. Tanti cosplay si sono rivolti a noi per dirci: “finalmente siete tornati a darci un po’ di divertimento!”.
Quindi sì, anche io e lo staff siamo elettrizzati. Ma anche gli espositori lo sono. Del resto, tengo molto al rapporto tra la direzione di Riminicomix e gli espositori: è quasi familiare, personale. Tengo molto al fatto che tutti, dagli editori a chi vende gadget a chi lavora nell’area food, vada via da Rimini soddisfatto.
La stessa soddisfazione vogliamo darla ai cosplay, e in questo Rimini ha peculiarità importanti perché il mare e l’estate consentono loro di indossare i costumi estivi e di sfruttare la spiaggia per gli affascinanti set fotografici.

Torniamo, per concludere, al futuro: hai qualche anticipazione o qualche idea particolare che vorresti portare avanti per festeggiare, l’anno prossimo, il quarto di secolo di Riminicomix?
Non posso anticipare molto, ma di certo cercheremo di sviluppare con impegno sempre maggiore il ruolo del fumetto all’interno della fiera: puntiamo ad ampliare questo settore e ci auguriamo, con i giusti alleati, di riuscirci.
Non posso però ignorare la spada di Damocle, chiamiamola scherzosamente così, che ci pende sopra il capo: nel piano regolatore del Comune di Rimini è previsto che il luogo attualmente ospitato da RiminiComix, cioè tutta l’area espositiva che ha come epicentro piazzale Fellini, sia destinato a diventare il parco del mare, nella prosecuzione di un restauro del lungomare già avvenuto al cinquanta per cento. L’operazione dunque avanzerà, coinvolgendo anche l’attuale area della fiera per poi proseguire fino al porto. Questa è una variabile di cui dobbiamo tenere conto, perché c’è la concreta possibilità di un trasloco. Quindi tutto, al momento, è in divenire.

Grazie per il tuo tempo, Egisto.

Intervista realizzata dal vivo a RiminiComix, 16-18 luglio 2021

EGISTO QUINTI SERIACOPI

Pubblicitario di professione, si occupa da sempre del linguaggio del Fumetto. Ha allestito mostre, organizzato eventi e performance in tutta Italia. Cura le pubblicazioni della DADA Editore. Scrive per , periodico di critica. Dal 1996 è alla direzione tecnica e artistica di RIMINICOMIX, la mostra mercato del fumetto e dei games dell’estate Italiana. Dal 2017, fa parte del comitato direttivo di SANTARCANGELO DEL FUMETTO, manifestazione rivolta al linguaggio del Fumetto, a Santarcangelo di Romagna. Fa parte del comitato scientifico della Biennale del Disegno di Rimini.

1 Commento

1 Commento

  1. francis

    23 Luglio 2021 a 14:47

    In realtà la prima fiera post pandemia è stata Modena Nerd 2 settimane prima

Rispondi

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su