Topolino #3432: La regata storica di Venezia

Topolino #3432: La regata storica di Venezia

Roberto Gagnor, ancora una volta in coppia con Valerio Held, torna a occuparsi di storie in costume con Minni gondoliera e la grande regata del doge. In questo caso mette piede nella Venezia dei dogi, all’epoca in cui la città controllava un territorio piuttosto vasto ed era una delle più potenti repubbliche marinare.
Come da tradizione a interpretare i ruoli storici troviamo i personaggi disneyani: Basettoni nel ruolo di doge e Manetta come capitano, mentre Minni sua nipote; Topolino e Pippo, invece, sono due carpentieri e stanno cercando di progettare un’imbarcazione agile e veloce, adatta ai canali cittadini. A loro si affiancano Clarabella, nel ruolo di Caterina Cornaro, e infine Gambadilegno e Sgrinfia nel ruolo di due piccoli truffatori che cercano di impossessarsi del tesoro trasportato a Venezia da Clarabella, che a un certo punto viene rapita durante la regata veneziana.
Gagnor nella storia unisce così alcuni elementi storici insieme che, in effetti, hanno contribuito a rendere la Regata Storica di Venezia quello che è oggi, il tutto in una sorta di “macedonia” storico-fumettistica veloce e divertente. Pochi gli ammiccamenti moderni, quasi tutti messi in bocca a Pippo, cosa che alla fine risulta la scelta migliore. Forse un po’ stucchevole il continui “zio doge” di Clarabella, anche in situazioni formali.

topolino3432-regata_venezia

Il contesto storico, come detto, è la regata di Venezia, la cui tradizione si perde nei secoli. Sembra infatti che le sue origini risalirebbero al 942, quando avvenne un episodio molto simile al famoso ratto delle sabine: durante una festa popolare, alcuni pirati giunsero a Venezia e rapirono alcune donne in età da marito. A quel punto i veneziani salirono in barca e inseguirono i pirati in fuga fino a raggiungerli e riprendere le donne rapite. La regata, dunque, sarebbe stata introdotta per ricordare l’evento. E quindi ecco che il ratto diventa il rapimento temporaneo della principessa Clarabella.
L’arrivo di quest’ultima è il motivo per cui, nella finzione disneyana, della “prima” regata di Venezia. Sta portando alla città un tesoro importante per rinforzare la sua potenza. Nella realtà storica effettivamente Caterina Cornaro, regina di Cipro, giunse a Venezia nel 1489 per abdicare in favore della Serenissima. Ed effettivamente si può immaginare che l’accoglienza a Caterina fu piuttosto festosa.

topolino3432-rapimento_clarabella

L’ultimo elemento è, invece, la progettazione e la costruzione della gondola. Effettivamente la storia delle origini di questa tipica imbarcazione veneziana non è nota. Si sa, da alcuni quadri giunti fino a noi, che erano in circolazione sin dal XV secolo, quindi più o meno l’epoca in cui Caterina Cornaro giunse a Venezia. E qui entra in gioco la fantasia di Gagnor, che fornisce a Minni un ruolo fondamentale nella progettazione della gondola. Ovviamente il ruolo di Minni non si limita a questo, ma viene trattata da pari a pari con lo stesso Topolino, realizzando con lui una storia di rottura delle classi sociali.
Nel complesso una storia interessante, divertente e stimolante, supportata da un articolo di approfondimento che fornisce le informazioni di base per comprendere al meglio la Regata Storica di Venezia.