Topolino #3374: Una vacanza imprevista

Topolino #3374: Una vacanza imprevista

Tornano Paperone, Battista e il capitano Pato con il suo Paperkraken, sorta di Nautilus del XXI secolo, a caccia di tesori nella serie ideata da Sisto Nigro. Questa volta i tre si ritrovano a cercare il tesoro di Barracuda Bob nei fondali di fronte alle coste dell’Alaska, ma la gita al freddo durerà poco.

Sui fondali di Paperopoli

I risultati, infatti, portano i tre cacciatori a tornare a Paperopoli, nei fondali di fronte alla spiaggia più in della città fondata da Cornelius Coot.
La storia è un fresca avventura estiva, veloce e divertente, soprattutto nella porzione in cui Paperone è costretto a fare l’elogio del’ozio sulla spaiggia di fronte a tutti i media. Buona parte del divertimento è generato dalle splendide espressioni realizzate da Valerio Held, che però realizza anche splendide vignette subacquee, come una splendida e divertente sequenza che, al vecchio lettore, ricorda La macchina scassatutto di Carl Barks.
Interessante, però, il riferimento, anche se non in questi termini, alle isole vulcaniche fatto dal Capitano Pato. Queste sono isole costituite da lava vulcanica solidificatasi dopo essere stata eruttata da vulcani sottomarini. Esistono vari tipi di isole vulcaniche, ma quelle cui fa riferimento Pato sono originate dallo scorrimento delle placche tettoniche una sotto l’altra. E vista la posizione geografica di Paperopoli, di fronte al Pacifico, questo genere di isole non dovrebbe essere raro di fronte alle coste della capitale del Calisota.

topolino3374-isola_vulcanica

La recensione del numero in edicola verrà pubblicata a breve su DropSea