Topolino #3328: Colpevole!

Topolino #3328: Colpevole!

Sebbene la storia di cui vi scriverò brevemente oggi non sia dedicata a Paperone, la bellissima copertina realizzata da Andrea Freccero è effettivamente a tema con l’argomento di Topolino, colpevole!

Tutta questione di memoria

Il soggetto e la trama di Valentina Camerini sono quelli tipici di un giallo classico, in un certo senso alla Hercule Poirot, la più nota tra le creature di Agatha Christie: in una ricca villa di Topolinia all’inizio del 1912 viene commesso un furto, ma il padrone di casa sorprende il ladro e lo colpisce in testa, procurandogli un’amnesia. Sarebbe tutto normale se non fosse per un dettaglio: il ladro è Topolino e il padrone di casa uno dei suoi migliori amici d’infanzia, il ricco avventuriero sir Rick Wild. La storia è un incastro di testimonianze e flashback, alcuni relativi alla festa che si stava tenendo a casa Wild prima del furto, altri relativi all’infanzia di Topolino e di Rick.

Al di là del finale abbastanza ovvio, il paragone con la Christie non è comunque campato in aria, visto che ci sono alcuni interessanti elementi, come una casa abbandonata, che richiamano proprio ad alcuni dei romanzi della giallista britannica. In questo caso vengono sviluppati in maniera più soffice e tranquilla, anche se sarebbe stato indubbiamente più interessante provare a spingere un po’ di più sulla tensione e l’atmosfera.
D’altra parte il bravo Giampaolo Soldati ha mostrato di riuscire a rendere in maniera molto efficace il Topolino ladro della testimonianza di Rick o di ben rappresentare la casa diroccata nei flashback dell’infanzia di Topolino.

La recensione del numero in edicola verrà pubblicata domenica su DropSea