Addio a Leone Cimpellin

Addio a Leone Cimpellin
Si è spento ieri Leone Cimpellin, disegnatore veneto che ha segnato la storia della Nona arte, dal Corriere dei Piccoli alle testate Bonelli.

Si è spento ieri all’età di 90 anni Leone Cimpellin, disegnatore veneto che ha segnato la storia della , dal Corriere dei Piccoli a e a testate Bonelli come Martin Mystère e Nathan Never. “Dire che è stato uno dei più importanti autori del fumetto italiano è giusto ma mi sembra poco”, afferma su Facebook Luigi Bona, direttore del WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano, aggiungendo: “Testate come il mitico Corriere dei piccoli, dagli anni Cinquanta in poi, non sarebbero state così ricche e belle, se Leo non vi avesse iniettato ogni settimana il suo entusiasmo e la sua energia, uniti a capacità grafiche e comunicative eccezionali”.

Nato a Rovigo il 6 giugno 1926, Cimpellin aveva esordito nel mondo del fumetto a vent’anni come assistente di . Nel 1949, conosce l’editrice Tea Bonelli, per la quale ridisegna, su testi di Gian Luigi Bonelli, alcuni episodi del personaggio di Red Carson (originariamente “Casey Ruggles”) e realizza di Plutos, sempre sceneggiate da Gian Luigi Bonelli. Nel 1952, collabora a “Pecos Bill” e “Oklahoma”, entrambi scritti da Guido Martina e pubblicati da . Dal 1954 inizia a lavorare per il “Corriere dei Piccoli”, creando “Paperone e Fiorello”, “Codinzolo” e “Gibernetta”, ai quali seguiranno “Carletto Sprint”, “Gelsomino”, “Gigi Bizz”, “Tam Tam” e “Nerofumo”. Per l’editore Fasani realizza “Indian Sarge” e “Il Generale McKarty”. Per illustra episodi di “”, per Tristano Torelli varie storie di “Pecos Bill” e collabora con Astorina a “”. Negli anni settanta firma, con lo pseudonimo di Ghilbert, “Jonny Logan”, l’antieroe scritto da Romano Garofalo e pubblicato dalla Casa editrice Dardo. In seguito collabora con “!” e “Più”, mentre, per il “Corriere dei Piccoli”, realizza la trasposizione a fumetti di alcune serie animate come “Lady Oscar”, “Daltanious” e “Ninja Turtles”. Nel 1992 è tra i disegnatori di “Gordon Link”, personaggio creato da per la casa editrice Dardo. Dal 1986 collabora con Sergio Bonelli Editore, realizzando alcuni albi di Martin Mystère e Nathan Never.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su