Marvels Snaphots #1: (AA.VV.)

Marvels Snaphots #1: (AA.VV.)
Namor, Johnny Storm, Capitan America e Ciclope visti dall’occhio della persona comune, quattro storie per conoscere meglio i supereroi Marvel.

SNAPSHOTS_COVERPresentato dalla stupenda istantanea di in copertina, realizzata da , Marvels Snapshots si candida a raccogliere l’eredità di Marvels, e del meno riuscito seguito L’occhio della fotocamera, serie antologiche che si proponevano di raccontare i supereroi utilizzando il punto di vista delle persone comuni.
Le storie che compongono questo primo volume, curato sempre da , che in questa occasione si è defilato dal ruolo di sceneggiatore, assemblando un team di autori che ha saputo interpretare molto bene lo spirito dell’opera originaria, nascono col medesimo intento di evidenziare una sfumatura che metta in luce l’umanità dell’eroe. Anziché attraverso l’occhio del fotografo Phil Sheldon, in questa occasione le gesta dei supereroi vengono vissute attraverso le emozioni di protagonisti diversi di volta in volta.
Tutte le storie raccontano in maniera concisa ma ben sviluppata quattro variazioni intorno al tema centrale, fornendo ciascuna un’interpretazione che fa emergere altrettanti aspetti interessanti: il disturbo da stress post-traumatico di Namor, il legame con la cittadina d’origine di Johnny Storm, il senso di responsabilità di Cap e la nascita delle qualità di leadership del giovane Scott Summers. Proprio la storia incentrata su Ciclope sembra la meglio riuscita perché riesce perfettamente a cogliere l’essenza più profonda delle motivazioni che animano il ragazzo destinato a diventare il leader degli .
Tra le prove grafiche, segnaliamo i bellissimi disegni di  nella storia d’apertura, con uno stile dal gusto retrò che si adatta perfettamente al tono della narrazione.

Abbiamo parlato di:
Marvels Snapshots #1
AA.VV., a cura di Kurt Busiek
Traduzione di Andrea Toscani
, 2021
136 pagine, cartonato, colori – 17,00 €
ISBN:9788891282316

SNAPSHOTS 1

2 Commenti

2 Comments

  1. MB

    3 Giugno 2021 a 11:00

    Johnny Storm? Non è la torcia umana originale degli anni ’40?

    • Amedeo Scalese

      4 Giugno 2021 a 11:20

      Ciao, si tratta proprio di Jonhhy Storm, in una storia ambientata a Glenville, sua cittadina d’origine, che ha per oggetto il suo legame con le persone legate alla sua infanzia e adolescenza.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su