L’invasione dei cavalletti: 29 giugno – 1 luglio 2018

L’invasione dei cavalletti: 29 giugno – 1 luglio 2018
"L'invasione dei cavalletti" è un evento fumettistico che si svolgerà nel cuore del bellissimo promontorio foggiano, una tre giorni all’insegna del disegno, del mare e della musica, che si svolgerà per la sua Prima Edizione dal 29 giugno al 1 luglio 2018.

Comunicato stampa

È in arrivo un’invasione! Pacifica e giocosa, fantasiosa e talentuosa, questa invasione sarà concentrata sul bellissimo lungomare di uno dei paesi più fascinosi della costa Adriatica, San Menaio, perla del Gargano pugliese. Un’invasione d’arte, a partire dai tanti “cavalletti” che si spargeranno lungo la passeggiata a ridosso della spiaggia della ridente cittadina garganica, strada già da tempo intitolata proprio a uno, anzi forse al più talentuoso, dei fumettisti italiani più noti, scomparso proprio 30 anni fa, nel 1988 (e di cui, a Roma, se ne celebra il genio, in una mostra aperta fino al 15 luglio, a cura /ARF): .

Un evento fumettistico all’inizio di una calda estate, nel cuore del bellissimo promontorio foggiano, una tre giorni all’insegna del disegno, del mare e della musica, che si svolgerà per la sua Prima Edizione dal 29 giugno al 1 luglio 2018, in orari diversi, fino a tarda serata, ed …en plein air, organizzata dalla Proloco San Menaio & Calenella Gargano in collaborazione con , il Salone Internazionale del Fumetto di Napoli (e col patrocinio del Comune di Vico del Gargano, ed con il sostegno delle Ferrovie del Gargano).

L’idea di base infatti è di stimolare la fantasia dei bagnanti convenuti nella cittadina garganica cara a Pazienza, attraverso performance live di alcuni disegnatori italiani, di fama nazionale e internazionale, e di molti altri giovani talentuosi disegnatori venuti a cimentarsi col disegno dal vivo. È confermata ad oggi la presenza di 4 grandi nomi del comicdom italiano, ovvero , , e .

Tre lunghi pomeriggi dislocati sul Lungomare Pazienza, e anche nel nuovissimo “piazzale” delle Ferrovie del Gargano, rinnovato da pochissimo, e che la Proloco ha attrezzato per permetterne una fruibilità culturale senza precedenti, fra fumetto, musica, artigianato, arte, e molti altri eventi pronti per l’Estate 2018 di San Menaio.

In contemporanea con “L’invasione dei cavalletti”, gratuitamente e con date e orari da precisare, dal 30 giugno fino al 2 settembre, nei locali della ammodernata Stazione Ferroviaria di San Menaio, sarà aperta una mostra di arte fumettistica; e naturalmente non si poteva che iniziare con il più grande di tutti, legatissimo per vincoli e natali a queste zone, appunto quell’ autore di tantissime opere ancora oggi influenti e amate.
La mostra, piccola ma significativa, sarà tematicamente dedicata alla locandine (di cinema , teatro, musica, eventi) che Andrea realizzò nel pur breve arco temporale della sua vita artistica, dal 1975 al 1988, selezionate dai fratelli di Pazienza, Mariella e Michele, e allestita dalla Proloco con COMICON.

Il legame del grande artista, nato a San Benedetto del Tronto, con la zona garganica è ben noto e presente anche in molti fumetti di Pazienza stesso. Cresciuto fisicamente a San Severo di Puglia, tutte le estati Andrea e famiglia le trascorrevano a San Menaio, spesso nel Camping Calenella della famiglia Damiani, con gli amici Betta e Luigi; luoghi e volti che spesso hanno trovato posto nelle storie di Andrea, da quelle brevi, come Il perché delle anatre a quelle lunghe come Pentothal. Ecco anche perché, alcuni anni fa, l’amministrazione locale decise di dedicare il Lungomare principale all’artista prematuramente scomparso; quel lungomare che ora vedrà la presenza di almeno un’altra ventina di suoi colleghi fumettistici, alle prese con il disegno “live” su cavalletto, e anche a “muro”.
Infatti, oltre al fumetto, l’illustrazione e la street-srt, anche la musica e l’artigianato allieteranno le serate del weekend festivaliero, con concerti serali nel piazzale; sarà inoltre possibile farsi autografare i libri in vendita, dagli stessi disegnatori presenti sul luogo.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su