Anteprima: “Storie 1981-1983” di Andrea Pazienza (Coconino Press)

Anteprima: “Storie 1981-1983” di Andrea Pazienza (Coconino Press)
Anteprima de "Storie 1981-1983" che prosegue la ripubblicazione integrale delle opere di Andrea Pazienza in nuovi volumi curati e targati Coconino Press in collaborazione con Fandango Libri.

Dalle pagine di riviste come Frigidaire, Il Male, Alter, Linus, Corto Maltese, Orient Express… i frammenti sparsi di un genio incontenibile. Dopo il primo libro dedicato al periodo 1977-1980, con Storie 1981-1983 prosegue la ripubblicazione integrale delle opere di in nuovi volumi curati e targati Coconino Press in collaborazione con Fandango Libri: a quarant’anni di distanza, gli straordinari racconti della “rockstar del fumetto italiano” continuano a colpire al cuore nuovi lettori.

“Quando avevo diciotto anni leggevo le storie di Pazienza e avevo l’impressione che parlassero di noi. Di me e dei miei amici, intendo… Spesso mi dico che se lui non avesse fatto quello che ha fatto, nel racconto e nel disegno, io non avrei scritto una sola riga”. (Gipi)

Con il volume Storie 1981-1983 continua la pubblicazione integrale dei racconti di Andrea Pazienza, una parte fondamentale della sua produzione giunta finora in libreria solo in maniera frammentaria. Dopo le storie più sperimentali e lisergiche degli anni Settanta, dopo la fine delle rivolte studentesche, entriamo negli anni del riflusso e nella “stagione d’oro” delle riviste italiane di fumetti, da Frigidaire a Corto Maltese, dove Pazienza pubblica una serie di storie dalla solida architettura, nelle quali la dirompenza narrativa è sempre al servizio della trama.
I toni variano, sempre in bilico tra il dramma e la comica: estremi che spesso convivono in uno stesso racconto di poche pagine, condensando in maniera esplosiva i personaggi e le idee di un immaginario irriverente e incontenibile.
Tragedia, poesia, umorismo sfrenato e ironia si susseguono in questa seconda antologia, che raccoglie gemme indimenticabili come Giorno, Finzioni, Sogno e Il segno di una resa invincibile e schegge di brillante comicità come L’appuntamento, Costaturca, Detective Mama. Con una prefazione di Gipi.

Storie 1981-1983 è l’ottavo titolo della nuova collana integrale delle opere di Andrea Pazienza a cura di . I precedenti volumi: Pentothal, La Prima Repubblica e Pertini, Tutto Zanardi, Vignette, Aficionados, Gli ultimi giorni di Pompeo e Storie 1977-1980.

Cover Storie_1981-83 Pazienza OK DEF DEF

“La riedizione completa delle sue opere è ciò che merita Andrea Pazienza, uno dei più notevoli narratori italiani degli ultimi trent’anni”.
Michele Serra

“Paz ci ha camminato accanto, in questi anni. È stato un esempio di naturalezza e talento, una miniera inesauribile di sogni e idee. Ora che non c’è più non manca qualcosa alla cultura ‘giovanile’ o al fumetto. Manca qualcosa a tutta la cultura italiana: manca un innovatore, manca un poeta di questi anni”.
Stefano Benni

Fumetti Coconino Press-Fandango
in collaborazione con Fandango Libri
Andrea Pazienza
Storie 1981-1983
Pagine: 176, b/n e a colori, formato 21,5 x 29 cm; volume brossurato con bandelle.
Prezzo: 25 euro
Uscita: 28 gennaio 2021
ISBN: 9788876185663

Anteprima: Storie 1981-1983

 

L’AUTORE
Quale sia l’origine del portentoso talento grafico di Andrea Pazienza (1956-1988) è materia di dibattito. C’è chi pensa che avere un padre pittore gli abbia permesso di guadagnarsi subito la cintura nera per osmosi, c’è chi imputa alla frequentazione dei più grandi talenti della sua generazione e suoi sodali di Frigidaire il definitivo sbocciare, e poi c’è quello che ha detto e disegnato Pazienza in persona: Madre Natura l’ha toccato lì, unto nel punto in cui alberga la capacità umana di scomporre ciò che esiste nelle sue linee essenziali e strutturali, per poi poterlo rappresentare. L’esordio è da enfant prodige, a ventuno anni, con Pentothal sulle pagine di Alter alter. Con le storie di Zanardi l’autore dà forma e sostanza al cinismo degli anni Ottanta. Atroce e struggente è poi la discesa negli inferi dell’eroina di Pompeo, un poema lirico per immagini. Intorno a loro un fiorire di storie memorabili, un campionario di segni esplosivi e materiali narrativi multiformi. La scomparsa prematura nel 1988, a soli trentadue anni, non ha smesso di alimentare la fama del più rivoluzionario fumettista del nostro Paese. Accrescendo la consapevolezza che l’unico tempo verbale che si addice ad Andrea Pazienza è il presente infinito del capolavoro.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su