“La vita della mia ex”, o almeno così la immaginano Gero Arnone e Eliana Albertini

“La vita della mia ex”, o almeno così la immaginano Gero Arnone e Eliana Albertini
L’esordio alla sceneggiatura a fumetti di Gero Arnone e il segno sempre più maturo di Eliana Albertini ci immergono in una serie di storie innovative.

Tra i primi titoli della nuova collana di fumetti edita da è apparso lo scorso ottobre  La vita della mia ex per come la immagino io, frutto della collaborazione tra Gero Arnone e . Arnone, autore televisivo e cinematografico, già conosciuto per le collaborazioni con , è la prima volta che scrive una sceneggiatura per un fumetto. Eliana Albertini, dal canto suo, fumettista di professione, è la prima volta che disegna una graphic novel di cui non è anche autrice.

gero 1Da questo inedito e sperimentale binomio nasce questo libro di 192 pagine, una raccolta di sei racconti, sei “terribili” (come le definisce l’autore stesso) storie d’amore. Filo conduttore sono i temi del femminismo e della società patriarcale, che Gero Arnone affronta in modo del tutto originale e divertente, spaziando dalle discussioni di coppia all’interno delle mura domestiche, alle rivisitazioni di cult cinematografici, alle imprese delle femministe di “quarta ondata”. Nel suo personalissimo collage di situazioni, con personaggi numerosi e variopinti, l’autore recupera polemiche mediatiche, discussioni di ambito social, letture della realtà più banale secondo prospettive psicologiche. In una società in cui addirittura i più ingenui scarabocchi e i piatti di cucina diventano elementi per leggere l’animo umano, l’ironia di Arnone riesce in modo leggero e intelligente a denunciare i tratti più esasperati e surreali di ciò che ci circonda.

Non è facile analizzare le trame di queste storie così singolari ma che sicuramente  offrono tanti momenti di riflessione. Il disegno e la scrittura non sono solo strumenti, ma anche protagonisti della narrazione: se il disegno è un veicolo di espressione interiore, un romanzo, segno di un progetto forse irrealizzabile,  è presente nella storia iniziale e finale, collegate tra di loro.
Le immagini di accompagnano questo senso di sospensione e circolarità: lo sguardo alla realtà è sempre presente, ma in modo allusivo e mai didascalico. I personaggi diventano dei cartoon, le loro fattezze si deformano di fronte alla mancanza di punti fermi: nel ritrarli, Albertini rimanda ai media, all’immaginario contemporaneo, con un disegno immediato e sintetico, ma a tratti anche cupo e violento, senza trascurare mai l’elemento comico.

gero 3A volte il registro drammatico e comico si sovrappongono: questa varietà di toni procede di pari passo con i dialoghi di Gero Arnone, rendendo la lettura tutt’altro che semplice e non sempre rassicurante. I tagli e le inquadrature sono molto varie e man mano che si procede nella lettura diventano sempre più complesse, con l’aumentare delle circostanze e dei contesti.

Tutto questo ci immerge in un ampio scenario di situazioni, che riescono ad assumere caratteristiche esilaranti e inquietanti allo stesso tempo: una narrazione è talmente ricca da risultare a tratti quasi dispersiva, ma così densa di spunti da prestarsi alla rilettura.

Questo volume, dai contenuti freschi e innovativi, è la conferma del talento grafico di nonché l’esplosione della forza narrativa di Gero Arnone, sicuramente un autore da tenere d’occhio e non solo nell’ambito del fumetto.

Abbiamo parlato di:
La vita della mia ex per come la immagino io
Gero Arnone,
Minimun Fax, 2022
192 pagine, brossurato, bianco e nero – 19,00 €
ISBN: 9788833894164

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *