Incubi (Michele Penco)

Incubi (Michele Penco)
Nicola Pesce Editore pubblica una raccolta di quattro racconti ispirati dall'immaginario di Lovecraft, scritti e disegnati da Michele Penco.

Incubi è una raccolta di quattro storie brevi scritte e disegnate da Michele Penco e pubblicate da Nicola Pesce Editore. incubi-imm-cop_BreVisioni L’autore, nei racconti dai titoli L’autoritratto, La città sull’oceano, Il modello e L’essere del sogno, riprende e rielabora temi e atmosfere lovecraftiane, donando un taglio personale alle diverse vicende rappresentate. L’ispirazione arriva non solo dalle più famose narrazioni del solitario di Providence, in cui si innestano inquietudini, orrori innominabili e creature deformi, ma anche dal primo periodo degli scritti di Lovecraft. Si possono infatti notare influenze sia da racconti famosissimi come Il richiamo di Cthulhu, sia da quelli meno noti come Oltre il muro del sonno, Il modello di Pickman e La città senza nome.
I disegni, realizzati in un misto di matita, penna e inchiostro, riescono a rendere ogni pagina d’impatto e a trasmettere la solitudine e l’oppressione dei protagonisti attraverso un’accurata scelta delle inquadrature e una cura certosina per i dettagli. Le visioni mostruose che si generano vignetta dopo vignetta vengono enfatizzate dall’estremo realismo del tratto e da un uso evocativo del chiaroscuro e del grigio, che nascondono nell’ombra ciò non vuole essere accettato dalla razionalità.
Da segnalare L’essere del sogno per la tecnica di disegno mutuata dall’incisione, che crea numerose suggestioni visive e paesaggi che inglobano il lettore nella storia grazie alla loro maestosità.
Incubi è quindi un volume in cui l’aura di un terrore oscuro e inconoscibile è perennemente presente, grazie a una resa grafica e artistica di notevole spessore, che soddisfa pienamente gli amanti dell’horror.

Abbiamo parlato di:
Incubi
Michele Penco
, 2019
80 pagine, bianco e nero, cartonato – 19,90 €
ISBN: 9788894818734

incubi-imm-fondo_BreVisioni

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su