Il più fumettistico dei supereroi: Imbattibile

Il più fumettistico dei supereroi: Imbattibile
Creato da Pascal Jousselin sulla storica Spirou, Imbattibile è un supereroe che vanta il potere più grande di tutti: il fumetto.

imbattibile copertinaImbattibile di Pascal Jousselin nasce sulle pagine della storica rivista belga Spirou, una istituzione per la BD fin dal 1938; in Italia viene proposto dalle Edizioni Comicon il primo volume, vincitore del Bologna Ragazzi Award per i lettori “middle grade”, quindi tra i bambini e gli young adult, al Bologna Children’s Book Fair, nella categoria introdotta quest’anno dedicata al fumetto.

Imbattibile è il nome del protagonista, un uomo di mezza età dal fisico rotondetto sempre vestito con il suo costume da supereroe e sempre molto flemmatico nell’affrontare le sue avventure, potendo contare sul più grande di tutti i superpoteri: il fumetto. L’originale trovata di Jousselin è quella di aver creato un eroe cosciente, unico tra gli altri, di vivere in una realtà fatta di vignette posizionate una accanto all’altra e disposte in pagine sequenziali. Questa conoscenza gli permette così di usare a suo vantaggio la struttura della tavola del fumetto a suo vantaggio, spostandosi nello spazio bianco e sfruttando il tempo sospeso di una pagina, che esiste nella sua interezza nel momento stesso della lettura, intervenendo per modificare lo scorrere lineare degli eventi che costituiscono la narrazione.

Per fare un esempio su tutti, dal suo salotto Imbattibile può vedere che in una vignetta della striscia sottostante si sta per compiere una rapina, e può saltare giù per colpire i malviventi; aumentando un poco la complessità, lo vediamo non battere ciglio mentre uno di questi lo minaccia con la pistola, perché la vignetta dopo questi viene colpito dal colpo di una pistola (da softball) proveniente dalla striscia sottostante: pistola che ha raccolto lo stesso Imbattibile dopo che il ladro, colpito, l’ha fatta cadere.

Imbattibile esempio

È più complicato a descriverlo che a leggerlo, letteralmente, e questa è forse la caratteristica che più colpisce andando ad analizzare la struttura delle trovate grafiche e fumettistiche inventate di volta in volta da Jousselin. Perché, anche se mano a mano i poteri di Imbattibile e quelli di altri personaggi introdotti lungo il volume sfruttano in maniera sempre meno prevedibile e strutturalmente complessa la natura del loro essere fumetto, queste trovate risultano sempre facilmente fruibili e sono fonte di divertimento e di azione finalizzata al raccontare una storia. Un equilibrio quasi perfetto, che solo poche volte può apparire forzato o più complicato da seguire.

imbattibile vigbettaIn questo ovviamente è importante lo stile di disegno di Jousselin, una linea chiara piuttosto tradizionale, con colori vivaci (opera di Laurence Croix), personaggi caricaturali adattissimi al tono comico, ma disegnati con una precisione e una sicurezza da renderli sempre riconoscibilissimi sia nelle vignette più statiche che in quelle movimentate. C’è un contrasto tra i personaggi, disegnati con attenzione ai dettagli, specie dei vestiti, e l’ambientazione, spesso abbozzata e più vuota, espediente che concentra l’attenzione sui primi e sull’azione evitando distrazioni inutili. Essenziale è anche una costruzione delle tavole piuttosto rigida, con vignette solitamente regolari, atte a semplificare la comprensione dei poteri di Imbattibile. Tutto è chiaro, tutto è immediato, tutto appare semplice, ma niente è casuale.

Il volume inizia con storie brevi, di una sola tavola, molto leggere e divertenti. Mano a mano trovano spazio avventure più lunghe e vengono introdotti personaggi ricorrenti, con altri poteri legati al fumetto, pericoli e intrighi più ampi, senza per questo perdere quella leggerezza e quel divertimento dei primi sketch. Le storie si mantenengono sul confine tra l’avventuroso e l’assurdo, mentre Imbattibile non perde quasi mai il suo sangue freddo e affronta le sfide con la piena fiducia delle sue qualità. Un atteggiamento positivo e solare che caratterizza tutto il racconto e tutti i personaggi e che, unito a una ironia delicata e leggera, rende la lettura di questo volume un’esperienza da affrontare con il sorriso.

Abbiamo parlato di:
Imbattibile
Pascal Jousselin
Traduzione di Claudio Curcio
, 2020
104 pagine, cartonato, colori – 15,00 €
ISBN: 9788898049936

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su