I Baccanti (Claudio Calia)

I Baccanti (Claudio Calia)
Il primo numero della nuova serie di Claudio Calia ci presenta un movimento rivoluzionario allo sbando che serve per riflettere su una società post ideologica.

baccanti-1La finestra di un palazzo veneziano, due voci parlano in rima. La stessa finestra, ora illuminata di un rosso intenso. Adesso, un uomo con maschera e pistola corre verso le ante spalancate. Salta. È un baccante, uno degli ultimi membri di un gruppo rivoluzionario, forse terroristico, braccato da nemici misteriosi.
Bastano queste poche tavole per spiegare I Baccanti, il “nuovo” (ma in realtà già apparso nel 1999 e covato per vent’anni) progetto di : azione e riflessione politica vanno di pari passo, tra una discussione sull’ideologia di sinistra e una sparatoria che finisce con una brutale e chirurgica decapitazione.
Se dal punto di vista della trama molto resta avvolto nel mistero e i contenuti evocano una riflessione profonda e laterale del tramonto delle ideologie rivoluzionarie, lo stile grafico colpisce subito nel segno: il segno geometrico ed estremamente stilizzato di Calia, fatto di bianchi e neri nettissimi, si arricchisce qui di un rosso che aumenta la carica emotiva e soprattutto l’impatto dell’azione che pervade il fumetto.
Il ritmo della narrazione è sostenuto, calibrato per non lasciare momenti morti ed esaltare ogni pagina, ogni vignetta e ogni emozione. Interessante inoltre il formato comic book americano: una scelta coraggiosa, in controtendenza con la produzione fumettistica odierna e perfettamente in linea con la lunga storia di autoproduzione di Calia.

Abbiamo parlato di:
I Baccanti
Claudio Calia
– APS, marzo 2021
24 pagina, spillato, bicromia – 5,00 €

IBaccanti34

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su