I sette segreti di Taylor e Di Nicuolo: quando anime e comics si incontrano

I sette segreti di Taylor e Di Nicuolo: quando anime e comics si incontrano
Il creator-owned di Taylor, di Nicuolo e Baiamonte è un action che strizza l’occhio ad anime e manga, senza trascurare il nucleo emotivo fatto di famiglia, amicizia e crescita.
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v80), quality = 100
binary comment

Da secoli, un Ordine occulto ha nascosto i sette segreti più pericolosi al mondo. Muovendosi nell’ombra, ogni segreto è contenuto in una valigetta protetta da un Custode e da un Detentore, una coppia composta dai più abili, intelligenti e capaci combattenti e agenti segreti della Terra. Ma tra di loro, Eva e Sigurd hanno qualcos’altro da nascondere: il figlio del loro amore, un bambino di nome Caspar. Un segreto che non si può intromettere nel loro lavoro, il loro compito supremo. Quando un nemico che viene dal passato attacca la fortezza dell’Ordine ne svela l’esistenza a tutto il mondo, gli equilibri interni saltano e Caspar viene chiamato al suo destino e a confrontarsi con le contraddizioni interne alla società segreta, ma soprattutto a intraprendere il cammino che lo porta a diventare un adulto.

Unendo stilemi tipici delle spy story occidentali e i racconti degli ordini segreti orientali, Tom Taylor e creano una storia coinvolgente e divertente, capace di bilanciare al meglio i suoi numerosi elementi per creare un fumetto d’intrattenimento dall’ottimo ritmo narrativo e ricco di colpi di scena. Basta leggere il primo capitolo del volume per trovare già tutti questi spunti: le scelte narrative di Taylor e il tratto agile, dinamico ed esplosivo di Di Nicuolo (esaltato dai colori brillanti di Walter Baiamonte) permettono di introdurre trama, personaggi e molte idee che di per sé potrebbero apparire già visti, ma che qui vengono riletti con modalità particolarmente intelligente e brillante. La narrazione parte, infatti, dalla fine del volume, facendo solo intuire cosa possa star succedendo, e il protagonista, Caspar, viene presentato solo attraverso la sua voce fuori campo. Protagonisti delle prime tavole, una cascata di flashback che saltano nel tempo, sono infatti Eva e Sigurd, che vengono approfonditi con pochi, semplici tratti capaci di creare un immediato legame emotivo con il lettore, e proprio per questo il brutale colpo di scena finale del capitolo colpisce duro, lasciando attoniti e confusi. Un inizio che permette agli autori di attirare l’attenzione del lettore e di farlo subito entrare in forte legame con Caspar, gli altri membri dell’Ordine e il loro mondo.

World building, caratterizzazione dei protagonisti e attenzione alla costruzione narrativa: su questi tre cardini Taylor e Di Nicuolo costruiscono un primo volume solido e divertente, in tutto e per tutto uno shonen in salsa statunitense, che attinge a piene mani alla tradizione nipponica e introduce piccole ma gustose variazioni. Dopo il primo capitolo, si concentra su Caspar da una parte e sulla storia dell’Ordine dall’altra, portando così avanti sia la costruzione del contesto che quella del personaggio, bilanciando così la componente d’azione e quella più introspettiva. Dalla prospettiva del protagonista, infatti, Seven Secrets è un classico viaggio dell’eroe che si lega al racconto di formazione: Caspar è un personaggio positivo e solare, che durante la storia viene a conoscenza dei suoi limiti ma soprattutto dei suoi punti di forza, crescendo grazie all’interazione con i suoi maestri, i suoi protettori e i suoi colleghi.

Ogni personaggio che ruota intorno a lui ha una propria voce chiara e riconoscibile, un proprio fascino magnetico: l’autorevole ma materna Tajana, capo dell’ordine e Custode del primo segreto, il sarcastico Kanto, la decisa e coraggiosa Eva, fino ad arrivare ad Amon, nemico fin da subito presentato come complesso e sfaccettato. L’attento lavoro sulle personalità dei personaggi è esaltato ed elevato dal grande lavoro di character design di Di Nicuolo, che dimostra una consapevolezza assoluta nel caratterizzare l’estetica di ogni figura: basta un piccolo dettaglio, sia una maschera, un paio di orecchie a punta o un’armatura voluminosa per far uscire i personaggi dalla carta e farli rimanere impressi negli occhi. In mezzo a loro, Caspar spicca per la sua normalità, per l’eleganza felina e per la semplicità, altro punto di forza che fa entrare il lettore ancor più nella sua orbita.

Il lavoro di character design si estende a quello che l’artista fa sul mondo del racconto. Il respiro internazionale infuso alla storia da Taylor permette a Di Nicuolo di definire i particolari più minuti che danno vita a Venezia, Londra e la Svizzera, oltre che quelli che definiscono l’Ordine e le sue tradizioni: basti guardare anche solo alle valigette che contengono i segreti, ognuna indicata con un simbolo diverso che, oltre a definire il numero, si adatta allo stile del proprio Detentore.

SevenSecretsCharDes

Infine abbiamo una struttura narrativa che scorre sempre in maniera fluida, con un ritmo ben calibrato capace di passare senza soluzione di continuità da momenti più riflessivi a momenti di azione adrenalinica. Questa qualità, già più volte vista nei lavori di Taylor, viene sublimata da Di Nicuolo che qui riversa non solo la lezione appresa nel suo lavoro su Power Rangers, ma anche tutte le sue influenze, soprattutto giapponesi: il tratto fine e sinuoso, che richiama l’estrema dinamicità di e del suo Full Metal Alchemist, dà vita a un vero e proprio anime su carta, un’avventura dalla costruzione cinematografica che fa della velocità la sua arma migliore. Anche in questo caso, basta guardare l’inseguimento in moto del primo capitolo: una doppia pagina divisa da vignette di grandezza diversa, con linee oblique che guidano l’occhio del lettore in un costante, frenetico movimento. L’azione viene esaltata dai colori di Walter Baiamonte, la cui tavolozza accesa ben si sposa con il tratto di Di Nicuolo senza mai soverchiarlo, ma anzi rafforzandolo. Al tempo stesso, Di Nicuolo interiorizza la lezione del nella recitazione dei personaggi, le cui espressioni, a volte volutamente esagerate, a volte intense, ben si adattano ai cambi di registro della storia e che sa dare il giusto peso ai numerosi colpi di scena del fumetto e soprattutto alle emozioni che accompagnano Caspar nel suo cammino di crescita.

SevenSecrets3

Arrivati alla fine del primo volume molti segreti restano in sospeso e, se le motivazioni di Amon appaiono chiare e anche intriganti, non si capisce ancora bene chi sia veramente dietro i nemici dell’Ordine. Ma questo è solo un altro elemento a favore di Seven Secrets, un fumetto che sa essere diretto ed esplicito nel mostrare i suoi obbiettivi: far divertire e appassionare i propri lettori con una storia forse semplice, ma narrata in maniera coinvolgente e efficace. E a uno shonen americano che parla anche italiano non si può chiedere di meglio.

Abbiamo parlato di:
Seven Secrets
Tom Taylor, Daniele di Nicuolo, Walter Baiamonte
Edizioni BD, maggio 2021
160 pagine, brossurato, colore – 15,00 €
ISBN: 9788834906132

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su