FumettiFuori!: Julie Maroh alla Libreria Antigone di Milano

FumettiFuori!: Julie Maroh alla Libreria Antigone di Milano
Quarto appuntamento con "FumettiFuori!", piccola rassegna di incontri con autrici e autori di storie queer. Sabato 17 febbraio alle 18.30 Massimo Basili incontrerò Julie Maroh alla Libreria Antigone di Milano per presentare il suo ultimo romanzo a fumetti "Corpi Sonori".

Comunicato stampa

Sabato 17 febbraio alle 18.30 si svolgerà il quarto appuntamento con “FumettiFuori!”, piccola rassegna di incontri con autrici e autori di storie queer. Massimo Basili incontrerà  alla Libreria Antigone di Milano, specializzata in titoli femministi e LGBTQI e attiva da giugno 2016, per presentare il suo ultimo romanzo a fumetti Corpi Sonori, uscito per Panini 9L.

Dopo Il blu è un colore caldo, fumetto vincitore del Premio del Pubblico ad Angoulême poi diventato Palma d’Oro nel 2013 con il titolo La vie d’Adèle, Julie aggiunge un tassello alla propria poetica di scandaglio delle relazioni e del desiderio, con particolare sensibilità verso i personaggi LGBT.

Per altre informazioni ecco l’evento Facebook:
https://www.facebook.com/event s/1389913287821059/

Biografie

Julie Maroh. Dopo gli studi in arti visive e incisione a Bruxelles esordisce nel 2010 con Il blu è un colore caldo (Rizzoli Lizard), vincitore tra gli altri del Premio del Pubblico al Festival di Angoulême poi diventato il film Palma d’Oro del 2013, La Vie d’Adèle. Con Rizzoli Lizard ha pubblicato nel 2013 Skandalon e con Renbooks nel 2014 l’antologia City & Gender.
Concepito in seguito a una residenza artistica a Montréal, Corpi Sonori aggiunge un altro tassello alla poetica dell’autrice francese nello scandaglio delle relazioni e del desiderio, con particolare sensibilità verso i personaggi queer.

Massimo Basili. Scrive di fumetto e cultura gay per riviste on-line e di carta. Con “FumettiFuori!” cerca di far conoscere i titoli e gli autori LGBT che segue con maggior interesse. Attualmente collabora con Pride, Left, Fumettologica e Fumo di China.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su