Astro City vol. 4 Local Heroes

Astro City vol. 4 Local Heroes Kurt Busiek, Brent Anderson traduzione di Lorenzo Corti Magic Press, 201o 256 pagine, spillato, colori – 20 € ISBN: 978-88-77594-01-3
Articolo aggiornato il 24/03/2016

Astro City vol. 4 Local HeroesLa serie di racconta la vita di una città e dei suoi supereroi, che vengono visti e raccontati con lo sguardo della gente comune, mostrando quindi dal basso e con profondo senso di meraviglia un mondo popolato da uomini con superpoteri, ma descritto con perfetto realismo.
Un proposito che ormai non suona più nuovo, ma che sin dal ’95 ha portato avanti creando praticamente un genere.
Anche questi episodi conclusivi della seconda serie mantengono i toni sostenuti e ricchi di pathos – rafforzati da sguardi sempre intensi –, la ricchezza di riferimenti alla tradizione e al mondo dei supereroi e le sempre imponenti, personalmente direi eccessive e pacchiane, copertine di .
Quel gusto retrò, un po’ anni ’60, che caratterizza la serie ormai è diventato praticamente di moda in diversi campi dell’entertainment e ormai potrebbe stancare, facendo così percepire Astro City come un’opera sempre più strettamente diretta agli appassionati del genere e ai fedeli del lavoro di Busiek.
Ciò non toglie che la scrittura e il disegno continuano a essere di livello assolutamente ottimo, anch’esse perfettamente vecchio stile; da prendere con la giusta cautela se non si è tra i lettori regolari della serie (dalla cadenza irregolare).

Abbiamo parlato di:
Astro City vol. 4 Local Heroes
Kurt Busiek,
traduzione di  Lorenzo Corti
, 201o
256 pagine, brossurato, colori – 20,00€
ISBN: 978-88-77594-01-3

2 Commenti

2 Comments

  1. mario b.

    24 agosto 2011 a 08:47

    lo sto leggendo in questi giorni (mi manca l’ultima storia del volume) e, come sempre, il lavoro di Busiek è notevole e la serie è piacevole. per me è una lettura consigliata per chi ama delle bella storie sui supereroi, magari semplici, ricche di pahtos.

  2. valerio stivè

    26 agosto 2011 a 09:34

    ciao mario. l’opera è di indubbio valore, hai ragione. a mio modesto parere è però appesantita da un tono un po’ troppo sostenuto.
    grazie, a presto!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio