Surfando sulle onde gravitazionali

Dopo l’edizione #13 del (non) carnevale della fisica, anche la #15 è dedicata alle onde gravitazionali. Il motivo è semplice: a metà giugno è stato annunciato un secondo segnale che conferma l’esistenza delle onde gravitazionali, previste all’interno della teoria della relatività generale di Albert Einstein. I dati relativi a questo secondo segnale sono stati pubblicati su Physical Review Letters (1) , resi disponibili dalla rivsta con licenza creative comons.
A festeggiare il lieto evento delle onde gravitazionali ci pensano anche i fumettisti, a partire da Nutsinee Kijbunchoo, che lavora presso LIGO ed è l’autrice di Antimatter (pagina facebook), webcomic ambientato proprio nel laboratorio statunitense che cerca di rilevare le onde gravitazionali nell’universo.

Ho scoperto Antimatter grazie all’articolo How do we know LIGO detected gravitational waves? che vi consiglio di leggere.
E a proposito di LIGO, Nick Burton ha realizzato per Wired un fumetto informativo chiaro e simpatico.

Dettaglio su LIGO - Versione in un'unica immagine

Dettaglio su LIGO – Versione in un’unica immagine

Sempre nel campo dei fumetti informativi, ecco la versione di First dog on the Moon, serie ideata dal fumettista australiano Andrew Marlton delle onde gravitazionali e dell’esperimento LIGO:

Le onde gravitazionali secondo First dog on the Moon

Le onde gravitazionali secondo First dog on the Moon

Sempre per la serie dei fumetti informativi, ecco le onde gravitazionali spiegate da Jorge Cham, autore di PhD comics e di una serie di fumetti per Mind, rivista sorella di Scientific American.

Uno degli aspetti più importanti nella scelta del luogo dove costruire LIGO era legato al ridurre al minimo le interferenze esterne, come potrebbe essere il traffico dei mezzi in moto su strade limitrofe al laboratorio. Ed è su queste interferenze che scherza Mac in una divertente vignetta realizzata per il Daily Mail:

"Ascoltate! Ci sono di nuovo - gli echi del Big Bang. L'inizio della creazione!"

“Ascoltate! Ci sono di nuovo – gli echi del Big Bang. L’inizio della creazione!”

La vignetta di Mac, però, non si riferisce alle onde gravitazionali di LIGO, ma a quelle che avrebbe rilevato BICEP2, ovvero le onde gravitazionali primordiali, segnale che alla fine è stato declassato a polvere cosmica. La vignetta, per quanto datata, secondo me è comunque perfetta all’interno di questo post di rassegna.
Visto, poi, che è Einstein l’ispiratore di questa avventura scientifica, eccolo qui ritratto da Randy Bish:

"L'avevo detto!"

“L’avevo detto!”

Vorrei infine chiudere con il vignettista italiano Marco De Angelis che ha realizzato una delle mie vignette preferite sulla scoperta:

A cavallo delle onde gravitazionali

A cavallo delle onde gravitazionali


Note:
  1. LIGO Scientific Collaboration and Virgo Collaboration, 2016, ‘GW151226: Observation of Gravitational Waves from a 22-Solar-Mass Binary Black Hole Coalescence’, Physical Review Letters, vol. 116, no. 24 http://dx.doi.org/10.1103/physrevlett.116.241103