Death e la prevenzione contro l'AIDS

Death e la prevenzione contro l’AIDS

Pubblicata per la prima volta nel 1992 come back-up story su Hellblazer #62 e su Shade, the Changing Man #32, Death Talks About Life di Neil Gaiman per i disegni di Dave McKean venne successivamente ristampata nella raccolta in volume del 1993 di Death: The High Cost of Living (Death: L’alto costo della vita) e l’anno dopo in un albetto gratuito. Quest’ultima idea nasceva dai contenuti della storia: Death, infatti, metteva in guardia i lettori dalle malattie sessualmente trasmissibili, come l’AIDS, suggerendo l’uso del preservativo e mostrando come infilarlo in una memorabile scena in cui, con la complicità di John Constantine, utilizzava una banana a scopo dimostrativo!

A questa storia e alla sua ristampa nel volume del 1993 è legata una curiosità non proprio edificante: come ricorda lo stesso Gaiman ((Leggi il passaggio dedicato a Death nell’articolo di David Barnett, ‘Draw and you’ll go to jail’: the fight to save comics from the censor, sul Guardian)) il capo della polizia di Jacksonville intimò al proprietario della fumetteria della città di non vendere il volume senza il bollino del Comic Book Legal Defense Fund proprio a causa della scena che vi ho proposto qui sopra. Quando la censura è più importante della salute…
Ad ogni modo, un buon AIDS Day a tutti: in chiusura vi ricordo, sempre sull’argomento, il mio articolo sui fumetti come educazione alla prevenzione dell’AIDS.