Come stai, Mr. Fitz?

Come stai, Mr. Fitz?

E inizia un altro giorno nel pessimo periodo del depresso Mr. Fitz, l’alter ego fumettistico di David Finkle:

– Ti senti meglio questa mattina, Dylan?
– La spalla mi duole dal portare la mia grande borsa. Il mio collo è rigido a furia di chinarsi sui compiti e la mia gola sembra stranamente stretta.
– No. Intendevo emozionalmente.
– Anche costretto.
– Forse dovresti prendere un giorno di malattia.
– Nessuna riserva di denaro.