Xmas Comics 2019: nel segno della crossmedialità

Xmas Comics 2019: nel segno della crossmedialità
Reportage della sesta edizione del Xmas Comics, anteprima natalizia del Torino Comics svoltasi il 14 e 15 dicembre 2019 a Torino.

Anche quest’anno non è mancata la classica anteprima natalizia del Torino Comics, avvenuta nelle giornate del 14 e 15 dicembre 2019 all’interno del Padiglione 3 di Lingotto Fiere, capace di superare il record di 18mila presenze dell’anno scorso.
La fiera, in maniera analoga a quanto visto anche nelle edizioni precedenti, ha deciso di puntare in maniera decisa sulla crossmedialità dando spazio, oltre ai fumetti, anche al mondo del cosplay, dei videogiochi e del web.

Oltre 150 i partecipanti della sfilata competitiva di cosplay tenutasi domenica 15, i cui vincitori rappresenteranno l’Italia alle finali mondiali del Deto Cosplay Crown che si terrà in Svizzera il prossimo anno.
Presenti in fiera anche Giorgia Cosplay, Ormadigatto e Naythero, delle vere e proprie celebrità del settore.

La manifestazione, che ha sempre mostrato un occhio di riguardo anche per il mondo videoludico, è stata teatro delle qualificazioni dei campionati nazionali CVL – Champions Virtual League riguardanti il gioco Call of Duty. Spazio anche al torneo di League of Legends e alla nuova modalità TeamFight Tactics che ha visto uscirne vincitore Davide “swellertiger” Pieroni.
A livello di pubblico, la fiera è riuscita a catturare un grande numero di giovani anche grazie ai numerosi influencer presenti; oltre ai vari youtuber, la manifestazione ha aperto le sue porte anche a numerosi tiktoker, a dimostrazione di quanto sia diventato importante oggi – anche per molte fiere del fumetto – stare al passo con le nuove tendenze per coinvolgere al meglio il pubblico dei giovani e dei giovanissimi.
Buona la gestione degli spazi, grazie a stand piazzati in modo intelligente così da evitare raggruppamenti eccessivi di persone in un unico punto, con varie macroaree tematiche capaci di intercettare specifiche fasce di pubblico.
Oltre ai classici stand di fumetto, sempre in linea con il passato, non sono mancati anche numerosi negozi dedicati alla vendita di oggettistica varia.

Numerosi gli autori di fumetti presenti in fiera, tra cui figurano i fumettisti/youtuber Fraffrog e Richard HTT seguiti dagli autori Luigi “Bigio” Cecchi e Davide “Dado” Caporali.
Bigio, oltre a essere l’autore dell’opera Drizzit (pubblicata anche da Shockdom), ha all’attivo numerose altre creazioni, tra cui i webcomics The Author e Newt&Bobo. L’autore, da sempre molto attivo sui social, ha dichiarato di essere molto felice quando un lettore gli chiede uno sketch personalizzato. I numerosi fumetti dell’autore sono infatti disponibili gratuitamente online e, ogniqualvolta qualcuno decide di comprare anche la versione cartacea, vuol dire che è davvero affezionato all’opera.
Davide Caporali, oltre ad avere pubblicato diversi volumi tra cui Vita di Pai e Prima di Pai, è attualmente al lavoro su un fumetto per Feltrinelli, Plot Hole, un’opera ancora in divenire a cavallo tra le influenze stilistiche di serie di successo quali Rick&Morty e Dottor Slump e Arale.
Tempo di ritorni per la casa editrice DZ, che ha portato in fiera numerosi fumetti tra cui Le cronache del Ragnarok di Elisa Yori Sabato e Debora Mayfair (un fantasy/romance con protagonista una regina degli spiriti in grado di vedere attraverso i sogni) e Honey Venom di Spectrum, fumetto con protagonista una strega/assassina che viene evocata per uccidere le persone che si professano buone in un contesto che strizza l’occhio alle influenze medievali e gotiche.

Ha fatto il suo ritorno in fiera anche lo stand dedicato alla Scuola Internazionale di Comics, dove l’autore Manfredi Toraldo ha dichiarato di essere al lavoro su nuovi progetti. Dopo l’acquisizione dell’associazione culturale Manfont da parte di Shockdom, il fumettista ha infatti dichiarato di aver trovato un po’ di tempo in più per sviluppare i propri progetti personali, tra cui la serie Ammiragli del cielo edita da La Corte Editore, oltre ad altri fumetti inediti.
Molti anche gli illustratori presenti in fiera, tra cui figurano Alice Pasotti, specializzata in illustrazioni di genere fantastico/surreale, Lucrezia Galliero, che ha collaborato con diversi collettivi artistici, Marta Ferraris, al lavoro su numerosi progetti indipendenti tra cui Antilia’s Chronicles, Gaia Negrini, attualmente al lavoro sul suo primo volume a fumetti, e Alessia Ciambrone in arte Alciko, al lavoro su un’opera in stile euromanga di genere maho shojo/majokko incentrata sui combattimenti e su tematiche leggermente più mature rispetto agli standard del genere di riferimento.
Come da tradizione presente in fiera il gruppo Poutpourri con Sara Antonellini e Nekori Sama; il collettivo, molto attivo nel circuito del fumetto indie, ha di recente pubblicato La Leggenda di Potpourri.
Tra i vari artisti in fiera, anche il fumettista Matteo Brizio, docente alla Lucca Manga School e l’illustratore e scenografo per il teatro Kurt Vincenzi, specializzato in dipinti a olio e varie altre forme di disegno quali murales, tatuaggi e ritratti.

Segnaliamo anche l’interessante progetto Dead Surfer, creato da Alessandro Gaza in arte Joey Tassello.
Dead Surfer è un progetto nato in un primo momento come una performance live action di musica dal vivo che nel corso degli anni è stato contaminato da numerosi media.
L’intera opera, che oltre al mondo della musica live risulta interconnessa anche a quello degli audiolibri, mescola numerose influenze stilistiche tra cui l’horror, lo sci-fi e il grottesco per raccontare la storia di un ragazzo come tanti che si ritrova invischiato in vicende molto più grandi di lui.
Alcuni personaggi inventati dall’autore negli anni passati, recentemente, e in modo a tratti paradossale, hanno trovato un riscontro nella realtà. Nella serie infatti sarà presente un personaggio che a più di qualcuno potrà ricordare l’attivista Greta Thunberg, seppur il riferimento sia in realtà totalmente casuale.
L’audiolibro vedrà la collaborazione di Pasquale Ruju e Andrea Cavaletto riguardo la parte testuale. Visto comunque che il progetto è tutt’ora in divenire, l’autore non esclude assolutamente la possibilità di trasporre le avventure di Dead Surfer anche in formato fumetto e webserie.

In definitiva, anche questa edizione del Xmas Comics ha deciso di puntare sulla stretta continuità con il passato, puntando al massimo nella contaminazione tra media differenti per arrivare alla più ampia fetta di pubblico possibile. Non resta che attendere la nuova edizione del Torino Comics per scoprire tutte le novità della fiera e dei suoi possibili nuovi sviluppi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Exit Popup for Wordpress