Paris Fashion Slam – una sfilata di botte prêt-à-porter

Paris Fashion Slam – una sfilata di botte prêt-à-porter
Panini Comics ci accompagna, con una graphic novel tutta italiana, tra le rue di una Parigi alternativa dove le sfilate di moda si trasformano in incontri di wrestling

“Il peccato capitale non è essere vestita male, ma indossare la cosa giusta nel posto sbagliato”

PSF COVERQuesto era il pensiero della celebre costumista Edit Head, ma chissà cosa avrebbe mai pensato se avesse saputo che le sue fattezza avrebbero modellato la vestiarista per supereroi Edna Mode nel film Diseny/Pixar Gli Incredibili o che, a quasi quarant’anni dalla sua scomparsa, avrebbe pubblicato una graphic novel dove uno stuolo di top model calca non solo le passerelle, ma anche le mani. Nel senso più letterale del termine.

Presentato durante Lucca Comics & Games 2019 come “una storia di menare, ma con le modelle” arriva sugli scaffali delle librerie Paris Fashion Slam, un volume ambientato in una Parigi alternativa dove le sfilate di moda sono state sostituite, dopo un(o s)fortuito evento accaduto in passerella, da veri e propri scontri all’ultimo sangue. A rompere gli schemi – dentro e fuori dal ring – è Alexis, ragazza fuori dai canoni estetici e sociali, protagonista suo malgrado di questo scontro fisico ma anche e soprattutto concettuale; perché la capitale transalpina è sì “elseworld” per quanto riguarda il nuovo regolamento dei defilè, ma condivide con la nostra quotidianità le medesime ipocrisie, gli stessi pregiudizi e la stessa tendenza all’omologazione.

Ai testi e ai disegni troviamo rispettivamente Marco Russo e Alessio Fioriniello, due giovani autori al loro battesimo del fuoco con una big del fumetto italiano e il risultato finale è ben al di sopra delle aspettative;  sarebbe semplice appigliarsi a una costruzione della tavola talvolta confusionaria o ad alcune trovate grafiche non sempre riuscitissime – come può essere, ad esempio, il filtro da VHS vintage che apre il volume – quando questa royal rumble ha molto di più da offrire, a partire da un character design ispiratissimo.

Le supermodelle, termine mai più corretto, che popolano questo volume sono tutte caratterizzate egregiamente, con abiti che sembrano uscire direttamente dalle stagioni più fashion del JoJo di Hirohiko Araki e che si legano simbioticamente, quasi fossero uno stand, ai loro stili di combattimento. La stessa cura riservata alle lottatrici è posta anche negli scenari che vedono protagoniste le loro sfide, quasi mai delle semplici catwalk ma un caleidoscopio di ambientazioni dalle provenienze più disparate.

PSF TAV. 2Il ritmo dell’incedere degli eventi è serrato e tra battaglie che ricordano, anche nello stile di disegno, il The Last Man di Bastien Vivès – dove trovano spazio anche citazioni ad Invincible di Robert Kirkman – si arriva all’inevitabile conclusione, dove troviamo  forse il rimpianto maggiore che lascia questa lettura. Senza voler scadere nel retorico “l’unico difetto è che finisce”, le 128 pagine di Paris Fashion Slam presentano un micro-universo del quale sembra si sia appena raschiata la superficie, sia a livello di folklore che di personaggi: vengono introdotte o mostrate alcune top model, ad esempio, che durano lo spazio di due vignette, ma per il poco tempo loro concesso sono caratterizzate nei minimi dettagli ed è un peccato non poterle vedere “in azione”.

Ad un occhio più attento però non potrà non sfuggire il fatto che il volume è concepito a moduli di 22/24 pagine, quasi fosse una raccolta in TP di una miniserie, e sarebbe interessante vedere questo mondo espandersi e continuare, magari proprio nel formato che Panini stessa sta utilizzando per proporre David Murphy 911 e Star Rats.

D’altronde, non di sola Parigi vive la moda.

Abbiamo parlato di:
Paris Fashion Slam
Marco Russo, Alessio Fioriniello
Panini Comics, Marzo 2020
128 pagine, cartonato 17 x 26, colore – 14,00 €
ISBN: 9788891273130

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su