Home > Speciali > Strenne e strisce 2009: i consigli natalizi de LoSpazioBianco
Gli speciali de Lo Spazio Bianco

Strenne e strisce 2009: i consigli natalizi de LoSpazioBianco

Marta CerizziNon si è mai fuori tempo massimo per suggerire regali natalizi, anche perché, si sa, sempre all’ultimo giorno ci si riduce. E quindi, ecco le nostre segnalazioni per regali a strisce e vignette!
Senza la pretesa che siano una classifica di qualita’, abbiamo indicato alcuni titoli che potranno aiutarvi a risolvere tutti i vostri problemi di scelta. Questa volta, oltre ad una sintetica segnalazione del volume, abbiamo pensato di suggerire anche chi potrebbe essere il destinatario ideale di ogni fumetto, indicare il genere oltre alla reperibilità in fumetteria o in libreria.
Insomma, qualche dritta che vi possa rendere fieri portatori sani del virus del fumetto che speriamo possiate spargere a larghe mani.

A differenza degli anni precedenti abbiamo ridotto le fasce a 3. In quella più economica non troverete nulla al di sotto dei 9 Euro; importo minimo, comunque, dal nostro punto di vista, per un regalo “a fumetti” di sicuro valore.

FUMETTI FINO A 13 EURO

FUMETTI DA 13 A 25 EURO

FUMETTI SOPRA I 25 EURO

P.S.
Se poi volete regalare un fumetto davvero interessante ed economicissimo vi segnaliamo:
E’ primavera – Intervista a Antonio Negri di
Edizioni – 160 pag. bross. b/n – 15,00
scaricabile gratis in pdf da: www.globalproject.info/it/produzioni/E-primavera-Intervista-a-Antonio-Negri/3078

L’illustrazione per le strenne di quest’anno è della “nostra” Marta Cerizzi. Potete visitare il suo blog all’indirizzo larsoniana.blogspot.com.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.