Parliamo di:

Verso San Diego Comic-Con, Ant-Man e Legends of Tomorrow

In questa puntata piccola anteprima del Comic-Con di San Diego, Legends of Tomorrow, Ant-Man e i videogame, Supergirl e notizie dal set di Wilson.
Articolo aggiornato il 22/09/2017

San Diego Comic-Con

Mancano ormai pochi giorni a uno degli appuntamenti più importanti dell’anno, la San Diego Comic-Con, che come sempre vedrà la partecipazione di migliaia di persone e la presentazione di numerosi progetti, soprattutto in ambito cinematografico. Per questo atteso evento, uno degli aspetti centrali sarà anche quello del merchandise, visto che numerose società sfrutteranno il Comic-Con come cassa di risonanza per presentare i prodotti collegati ad alcune delle pellicole tratte dai fumetti che usciranno nel 2016.
Con l’assenza del panel dei Marvel Studios, saranno quindi i prodotti legati agli adattamenti cinematografici DC Comics a farla da padrone, a cominciare da .
La Monogram International presenterà ad esempio il Batman vs Superman Pewter Keyring Box Set, uno speciale set di portachiavi dedicato al film diretto da Zack Snyder, di cui è stata realizzata un’edizione limitata che sarà distribuita esclusivamente durante il Comic-Con. Ad attirare l’attenzione sull’atteso lungometraggio con Henry Cavill e Ben Affleck sarà anche la Mattel, che come una delle principali società licenziatarie, ne approfitterà per mostrare la linea di giocattoli ispirata a Batman V Superman, con le action figures raffiguranti i due principali attori e una Barbie Wonder Woman basata sul personaggio dell’amazzone interpretata dall’attrice israeliana Gal Gadot, oltre a vari veicoli tra cui la nuova batmobile, mentre la parte del leone la farà una automobile Hot Wheels, questa volta vera, che celebrerà il film alla Comic-Con.

DC’s Legends of Tomorrow

In una intervista concessa nei giorni scorsi a CBR, l’attore ha avuto modo di parlare del ruolo del professor Martin Stein, da lui interpretato nel serial The Flash, di quello che ama del personaggio e, brevemente, di DC’s Legends of Tomorrow, lo spin-off che sbarcherà sul network The CW nei prossimi mesi, e che vedrà Garber fare squadra con eroi e criminali per fermare una minaccia al nostro pianeta.

Greg Berlanti, che ha creato questi show, è una persona con cui ho lavorato anni fa, in uno show televisivo intitolato “Eli Stone”, che era anche molto innovativo e diverso. Mi ha chiamato un giorno e mi disse: “Ascolta, voglio che tu interpreti questo professore. E la storia è questa.” Risposi: “Sembra grande.”
Anche in questo caso, mi fido di Greg, è uno degli scrittori migliori, e le persone con cui lavora sono grandi scrittori… Amo il cast. Amo la gente con cui sto lavorando. E penso che sia un momento grandioso questo punto della mia vita – voglio dire, vado al Comic-Con per la prima volta, e questo sarà sia scoraggiante, che terrificante ed eccitante!
La sua eccentricità – spiega Garber riferendosi a un elemento che lo colpisce di Stein – il fatto che lui sia un po’ un professore distratto. C’è un aspetto comico del personaggio che mi piace, e anche il suo buon cuore. È arrogante, ma la linea di fondo è che è una brava persona e vuole davvero che le cose siano giuste. Mi piace questo aspetto di lui. E il fatto che quando è parte di questa cosa – un metaumano unito a un altro soggetto col quale dà vita a Firestorm – credo diventi parecchio sfrenato.

Parlando dello spin-off che lo vede fare squadra con un variegato cast che include tra gli altri Brandon Routh, Caity Lotz e Wentworth Miller, l’attore ha cercato di fornire qualche dettaglio senza però rivelare troppo, anche perché al momento della domanda non aveva ancora girato un episodio né letto la sceneggiatura.

Beh, il fatto è che non ho letto una sceneggiatura, e non ho ancora girato un episodio, quindi davvero non so cosa potrei dirvi. Sapete quanto me, francamente, di cosa tratta, perché il promo lo abbiamo girato quando stavo facendo “The Flash”; quello in cui siamo tutti sul tetto. È qualcosa di molto costoso, ed è una elaborata introduzione ed è davvero tutto quello che so.
So solo che ci sono un sacco di persone assieme, ed è la famiglia più disfunzionale mai assemblata perché tutti noi, insieme, siamo l’unica forza che può cambiare o raggiungere l’obiettivo di eliminare il peggio dalle persone. Quindi siamo il bene e il male che incontrano il peggio. Davvero non so nulla di più.

In vista dell’uscita del film negli USA il 17 luglio sei videogame sull’Universo Marvel riceveranno a partire dal 9 luglio contenuti aggiuntivi dedicati al personaggio di Ant-Man, con l’inserimento di nuovi personaggi e nuove missioni, mentre nuove aree flipper saranno presenti in giochi come Avengers Alliance, Future Fight, Puzzle Quest e altri.
Questa strategia era già stata adottata durante l’uscita nelle sale di Avengers: Age of Ultron all’inizio di quest’anno. Piuttosto che concentrare gli sforzi su un nuovo gioco da presentare come una sorta di tie-in cinematografico, la Marvel e i suoi partner hanno preferito inserire contenuti su Ultron in tutta una serie di titoli.

Il direttore creativo di Marvel Games, Bill Rosemann, ha detto che questo approccio significa che l’azienda ha preferito non creare un gioco direttamente ispirato da un film, consentendo invece ai partner di integrare liberamente i contenuti cinematografici a loro piacimento. L’inserimento del personaggio di Ant-Man ha visto i creatori dei vari giochi realizzare dei test specifici, la maggior parte dei quali legati alle dimensioni del personaggio.

Per Marvel Pinball, i giocatori potranno utilizzare il personaggio di Calabrone, villain principale del film, mentre in “Puzzle Quest” al centro del gioco ci sarà Ant-Man con una storia-evento di 30 giorni con cinque nuove missioni. Nel gioco di Facebook Avenger’s Alliance il piccolo eroe Marvel sarà protagonista di una operazione speciale.
Contest of Champions riceverà invece un grande aggiornamento, con una nuova missione, una nuova storie evento e tornei che vedranno sfidarsi gli utenti e giocatori.

L’executive della Marvel Mike Jones ha detto che la società non ha voluto forzare i partner a riprendere la storia del film. I giochi non devono essere considerati come prologhi, ma più come oggetti autonomi.
Come esempio, Jones e Rosemann hanno citato Future Fight, in cui le nuove aggiunte riguardanti Ant-Man permetteranno ai giocatori di rivivere momenti famosi della storia fumettistica della Marvel, come quelli visti nella popolare saga della Guerra Kree-Skrull.
La maggior parte del contenuto aggiornato inoltre sarà gratis, a eccezione di Marvel Heroes e Marvel Pinball, che chiederanno agli utenti di pagare per i contenuti aggiuntivi inerenti Ant-Man.

Anche se il contenuto del gioco, non è un’aggiunta o un’anteprima del film, Rosemann ha confermato di sperare che questi titoli contribuiscano a familiarizzare con il personaggio per coloro che non lo conoscono. Ha dichiarato:

Le persone che non hanno familiarità con Ant-Man non sanno quanto potente sia. Quando si rimpicciolisce, diventa più forte. Le persone stanno ancora cercando di comprendere le sue abilità. E poi, a cosa assomiglia il mondo per qualcuno quando è così rimpicciolito? Come fanno gli oggetti comuni a diventare così pericolosi?

The Flash

All’interno di una puntata della rubrica Inside Line di Matt Webb Mitovich, pubblicata alcuni giorni fa su TvLine, è stato rivelato che nella seconda stagione di The Flash dovrebbe essere introdotto un nuovo interesse sentimentale per il protagonista Barry Allen, e che la morte di Eddie sarà un ostacolo alle possibilità tra Iris (Candice Patton) e Barry di costruire qualcosa assieme. Grant Gustin (Allen/Flash) ha così commentato:

La morte di Eddie è certamente un fattore importante; Barry vuole essere presente per Iris come amico in questo momento. E anche per Barry è un elemento rilevante. È troppo presto per tutti. Alcuni eventi tragici hanno appena avuto luogo!

Il sito, citando oltre alle parole di Gustin anche quelle del produttore esecutivo Geoff Johns aggiunge che la figura dell’agente del CCPD Wendy Miller, la cui attrice deve ancora essere scelta, non sarà l’unico a scuotere lo status quo quando la serie farà il suo ritorno.

Ci sono un sacco di nuovi personaggi in arrivo, non solo quelli che sono trapelati online. E tutti quanti metteranno a dura prova le relazioni interpersonali, sia in maniera negativa che positiva.

Nel frattempo, sempre TvLine, rivela che la produzione starebbe cercando un’attrice afro-americana sui 40 anni a cui fare interpretare un personaggio regolare, una donna, di nome Olivia, descritta come una problematica e vecchia amica di Joe West.

Wilson

Continuano in Minnesota le riprese dell’adattamento cinematografico del graphic novel di Daniel Clowes. Nei giorni scorsi alcune sequenze sono state filmate presso gli Schmidt Artist Lofts e succesivamente al Day by Day Cafè a St. Paul.
In seguito la lavorazione si è spostata a Stillwater, capoluogo della contea di Washington, dove alcune scene della pellicola che vedevano sul set il protagonista Woody Harrelson sono state realizzate al Washington County Government Center, e in un campo dietro la locale Oak Park Elementary School.

Intervistata nei giorni scorsi da EW, l’attrice ha parlato delle sue sensazioni nell’interpretare il ruolo di Supergirl nel serial omonimo della CBS, e di quelle provate quando seppe di avere ottenuto la parte.

Quando ho saputo di aver ottenuto la parte, un cocktail di emozioni si agitava in me – entusiasmo, sollievo, gioia immensa e poi ho avvertito, immediatamente, un forte senso di responsabilità. Ho subito pensato tra me e me: “Cavolo, hai una bella sfida da affrontare.”
Guarda caso ero una fan DC, non tanto dei fumetti però. Adoravo il Batman di Micheal Keaton. Sono cresciuta con quei film. Uno dei miei più cari amici è un grande appassionato di fumetti e lo è stato da sempre, fin da quando ero molto piccolo. Mi ci ha fatto appassionare al college – più alle graphic novel che agli albi. Ho dovuto recuperare un po’, in particolare con i fumetti di Supergirl. Ho letto la serie New 52 e i Supergirl più recenti.
La prima volta che ho indossato il costume, ho provato tante emozioni differenti. È impossibile non sentirsi più forti, una volta messo. Ti verrebbe da pensare: “Che sciocchezza, devo indossare delle calze, un body, una gonna. Un costume con muscoli sagomati e un mantello. Mi sembrerà Halloween.” Ma qualcosa cambia nel profondo. Mi sento quasi come se fossi un’altra persona; un vero e proprio alter ego che mi rende motivata, fiduciosa, più forte.  La prima volta che l’ho provato è stata a casa della costumista. Mi ero appena fatta male a un occhio e per questo avevo una benda (ride). Quindi,  avverto tutte queste sensazioni di potere, positività, femminilità e forza ma intanto ho una sorta di benda da pirata su un occhio. È stato abbastanza strano. Due impressioni diverse contemporaneamente, due elementi opposti durante la prova costume.

Per la traduzione delle dichiarazioni su Supergirl si ringrazia Alessandra Maino. 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio