Julia #229 – Allucinazioni (Berardi, Mantero, Marinetti)

Julia #229 – Allucinazioni (Berardi, Mantero, Marinetti)
Il vivido racconto della ricerca dell’identità perduta nel nuovo episodio di "Julia", che predilige le immagini rispetto a dialoghi e didascalie.

Perdere le coordinate della propria identità è un incubo non da poco. Il protagonista di Allucinazioni si ritrova a vivere una realtà in cui non riconosce nessuno e tanto meno nessuno sembra conoscere il suo passato. Con questo incipit al confine tra incubo e veglia, l’episodio si caratterizza nelle fasi iniziali per una componente immaginifica che affianca l’usuale realismo.
L’albo è esemplificativo del ritmo di lettura maggiormente sostenuto che caratterizza la serie negli ultimi tempi, tra tavole mute e dialoghi rapidi e poco verbosi, a testimonianza del livello di sintesi stilistica raggiunta da e dai suoi collaboratori (in questo caso alla sceneggiatura). Alla riduzione del tempo di lettura non corrisponde una superficializzazione delle tematiche o un incremento delle scene d’azione, che potrebbero andare anche a discapito dell’introspezione. Piuttosto, tale caratteristica è legata a un progressivo affidarsi alle immagini più che alle parole scritte nei baloon o nelle didascalie, in un percorso già battuto da Berardi, in maniera ancor più estrema, con .
Dal punto di vista grafico assume dunque grande importanza l’intesa con il disegnatore dell’albo. Antonio Marinetti interpreta bene la storia, mettendo in risalto l’aspetto emotivo e rendendo le visioni angoscianti con vivida precisione.
La cover di è tesa non tanto a riprodurre una scena dell’albo quanto a racchiuderne l’atmosfera, risultando riuscita sia esteticamente che nell’approccio.

Abbiamo parlato di:
#229 – Allucinazioni
Giancarlo Berardi, Maurizio Mantero, Antonio Marinetti
, ottobre 2017
132 pagine, brossurato, bianco e nero – 4,00 €
ISBN: 977112717700570229

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su