Deadwood Dick #4 – Il piombo e la carne (Colombo, Frisenda)

Deadwood Dick #4 – Il piombo e la carne (Colombo, Frisenda)
Maurizio Colombo e Pasquale Frisenda concludono la loro storia di Deadwood Dick, in un crescendo di violenza, depravazione e immoralità che riempiono ogni pagina, con un racconto sopra le righe nella migliore tradizione di Lansdale.

Con il quarto numero della miniserie Audace dedicata al cowboy di colore Nat Love creato da si conclude il secondo adattamento a fumetti, tratto dal racconto Hide and horns.
opta per una narrazione assolutamente sopra le righe, per situazioni e linguaggio, scelta che produce un racconto dal ritmo serrato, dove situazioni grottesche e spesso al limite dell’assurdo si susseguono senza soluzioni di continuità, in un connubio di crudezza verbale e grafica disturbanti ma efficaci.
Si ritrova, nelle pagine del fumetto, l’afflato di Lansdale che attraverso uno stile iperbolico ed esagerato, mette in scena vicende dure, realistiche e disperate. L’amara ironia con la quale le didascalie in soggettiva del protagonista accompagnano la storia creano una sorta di corto circuito narrativo con i disegni crudi e violenti. Solo il finale getta un piccolo raggio non dico di speranza, ma di luce sull’intera vicenda, ovviamente distorto come è lecito aspettarsi dallo scrittore texano.
– cui la stampa dell’albo stavolta rende merito – alterna tavole dalla griglia regolare ad altre ricche di inventiva per composizione e struttura, giocando con onomatopee, vignette e silhouette in uno stile che non lascia niente all’immaginazione, senza timore di mostrare gli elementi più disturbanti e strazianti della vicenda. Da evidenziare l’uso dei neri del disegnatore, sempre presenti in ogni tavola, a marcare l’oscurità degli animi di tutti i personaggi, compreso il protagonista.

Abbiamo parlato di:
#4 (di 7) – Il piombo e la carne
Joe R. Lansdale, Maurizio Colombo, Pasquale Frisenda, Corrado Mastantuono (copertina)
, ottobre 2018
64 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,50 €
ISBN: 9772611469004

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su