Parliamo di:

Churubusco e la storia del battaglione San Patrizio‭

Andrea‭ ‬Ferraris ci narra della battaglia di Churubusco e della sconfitta del battaglione San Patrizio,‭ ‬di umanità stravolte e mutilate dalla guerra.
Articolo aggiornato il 22/09/2017

Churubusco e la storia del battaglione San Patrizio‭Churubusco,‭ ‬opera di‭ ‬ edita da Fandango,‭ ‬ha il sapore di una storia di altri tempi,‭ ‬nei quali un manipolo di uomini‭ ‬forti solo dei propri ideali‭ ‬diserta l‭’‬esercito americano per combattere al fianco dei messicani e arroccarsi nella città di Churubusco,‭ ‬resistendo sino all‭’‬inevitabile sconfitta.‭ ‬

Al netto del falso storico secondo il quale Churubusco si trova su una montagna‭ (1) ‬,‭ ‬quanto narrato da Ferraris è ciò che accadde al battaglione San Patrizio nel‭ ‬1846:‭ ‬espugnata Churubusco,‭ ‬i disertori vengono scovati e condannati a morte per tradimento.‭ ‬Tra loro anche un italiano:‭ ‬nel fumetto è il soldato Rizzo‭ ‬-‭ ‬personaggio di pura finzione.‭ ‬Come confermato dall‭’‬autore nell‭’‬intervista rilasciata al nostro sito‭,‭ ‬la realtà supera la fiction:‭ ‬un soldato‭ ‬“Rizzo‭”‬ arruolato tra le file del battaglione San Patrizio‭ ‬esistette davvero.‭

Ferraris scrive un fumetto crudo,‭ ‬asciutto,‭ ‬dotato di una forza primigenia che viene amplificata dai silenzi e da un tratto volutamente sporco,‭ ‬sgraziato,‭ ‬istintivo.‭

‬Ciò emerge chiaramente dai volti,‭ ‬nei quali le espressioni curate al dettaglio‭ ‬esprimono,‭ ‬senza necessità ridondante di parole,‭ ‬i pensieri,‭ ‬le ansie,‭ ‬le paure che i personaggi stanno vivendo.‭ ‬Questo particolare permette di caratterizzarli in maniera ben definita e rende,‭ ‬con lucido realismo,‭ ‬le contraddizioni e le atrocità della guerra che vivono‭; ‬uomini che vagano stremati in cerca di un obiettivo nascosto,‭ ‬incattiviti e stremati dalla guerra.‭
‬È indicativo che i volti si rilassino e che l‭’‬umanità riemerga solamente nei momenti di gioco o di festa, nei quali la guardia è più bassa e dove emerge l‭’‬umanità anche da parte dei mercenari più efferati.‭

Churubusco e la storia del battaglione San Patrizio‭‬La regia si muove sicura passando dai campi lunghi‭ ‬-‭ ‬che ricordano molto certe sequenze tanto care a Sergio Leone‭ ‬-‭ ‬a primi piani o dettagli,‭ ‬nei quali ammirare ogni singolo incavo‭ ‬dei volti‭ ‬dei personaggi coinvolti:‭ ‬dallo sgomento e le paure di Rizzo,‭ ‬ai silenzi rabbiosi e riflessivi del comandante.‭ ‬I campi lunghi al contrario caratterizzano le ostilità dei luoghi,‭ ‬i silenzi di territori immensi e sterminati‭ ‬-‭ ‬che fanno il pari‭ ‬al‭ ‬silenzio dei personaggi‭ ‬- nei quali è ambientata la storia.‭

‬Churubusco non è però‭ (‬solo‭) ‬una cronaca storica di quanto accaduto‭ ‬-‭ ‬nonostante la storia sia verosimile‭ ‬-‭ ‬al contrario è un fumetto dalle molteplici anime,‭ ‬a tratti persino surreale.‭ ‬

Finanche il sogno entra in maniera prepotente nella vicenda e diventa anzi elemento caratterizzante del dolcissimo e straniante finale,‭ ‬nel quale gli episodi onirici di Rizzo si mischiano alla realtà,‭ ‬laddove‭ ‬la linea di demarcazione tra storia e finzione,‭ ‬realtà e sogno è completamente persa,‭ ‬e‭ ‬il nero del carboncino che caratterizza le atmosfere della vicenda,‭ ‬si dissolve e si arrende al bianco delle pagine‭ ‬finali.‭Churubusco e la storia del battaglione San Patrizio‭

‬A colpire è anche il ritmo della narrazione.‭ ‬

Churubusco e la storia del battaglione San Patrizio‭Totalmente irregolare,‭ ‬quasi sospeso tra la vastità dei luoghi e il tempo necessario per transitarli e la velocità delle azioni e delle imboscate,‭ ‬anestetizzato e mediato dai momenti che attraversano i vari personaggi della vicenda.‭

Andrea Ferraris ci racconta un episodio crudo nel quale emerge di prepotenza la situazione storica di quel periodo:‭ ‬gli immigrati disposti a tutto per poter ricevere un pezzo di terra e la cittadinanza americana,‭ ‬pronti a‭ ‬lottare e logorarsi per una guerra di cui non‭ ‬condividono gli ideali‭ ‬-‭ ‬e senza essere mai perfettamente integrati come evidenziato dai vari siparietti tra i soldati Rizzo e Gibson.‭ ‬
Vediamo inoltre una America espansionista disposta a tutto pur di aprirsi una strada commerciale verso il‭ ‬Pacifico,‭ ‬e quanto una guerra renda animalesche le scelte delle persone,‭ ‬spogliate della loro umanità.‭

La narrazione è sicura,‭ ‬l‭’‬uso sapiente del carboncino permette di creare dei giochi di luce/ombra efficaci dal punto di vista narrativo,‭ ‬così come appare riuscita la scelta di caratterizzare i momenti onirici con l‭’‬utilizzo dell‭’‬acquerello color caffè.‭

‬Menzione anche alla Coconino che oltre a una catalogo sempre di qualità,‭ ‬confeziona con‭ ‬perizia e cura‭ ‬editoriale‭ ‬questo fumetto, con una appendice‭ ‬finale‭ ‬composta da‭ ‬note storiche e‭ ‬foto d‭’‬epoca che testimoniano la vicenda‭ ‬reale.‭

Abbiamo parlato di:‭
‬Churubusco
Andrea Ferraris
Coconino Press‭ ‬-‭ ‬Maggio‭ ‬2015‭
‬195‭ ‬pagine,‭ brossurato‭, ‬bianco e nero e colore ‬-‭ ‬18,50‭ ‬€‭
‬ISBN:‭ ‬9788876182839


Note:
  1. ‬Churubusco è‭ ‬in‭ ‬realtà un quartiere di Città del Messico‭ 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio