Parliamo di:

“Finisco di contare le mattonelle” del cuore

"Finisco di contare le mattonelle" è il volume a fumetti d'esordio di Elisabetta Romagnoli: una storia d’amore e di crescita lunga tredici anni.
Articolo aggiornato il 28/09/2017

“Finisco di contare le mattonelle” del cuoreFinisco di contare le mattonelle è il graphic novel d’esordio di Elisabetta Romagnoli edito da Bao Publishing nella collana Le città viste dall’alto. La giovane fumettista romana, prima di approdare nelle file della casa editrice milanese ha collaborato con diversi editori (Loescher, Aurea) come colorista e illustratrice, oltre a collaborare con la collettiva d’illustrazione Inklist.

Ambientato a Barcellona, racconta il viaggio di Chiara verso il suo amore adolescenziale Matteo, conosciuto anni prima durante un campo scout estivo e diventato un giovane pilota di linea.
Passata dal periodo di “musicista tormentata” a quello di “frikkettona felice e spensierata”, Chiara è diventata adulta.

“Finisco di contare le mattonelle” del cuoreTredici anni che l’hanno trasformata in una ragazza affascinante e apparentemente sicura di sé, pronta a riscattare la propria timidezza giovanile cercando di conquistare il suo grande amore di gioventù.
La metamorfosi di Chiara parte proprio dal colpo di fulmine per Matteo, con lo scopo di diventare la donna a cui lui non possa mai dire di no. Tutta la sua crescita è avvenuta in funzione dell’idealizzazione della figura del ragazzo, ma questa costruzione si sgretola poco a poco nel corso della storia.

Sullo sfondo di una Barcellona romantica, i giorni spagnoli condivisi dai due ragazzi evidenziano quella linea d’ombra contro cui i sogni s’infrangono.

Nonostante sia un fumetto dai toni leggeri, l’autrice riversa una realistica profondità psicologica nei personaggi, soprattutto nella figura di Chiara, immedesimando il lettore nella protagonista della vicenda narrata. Non è difficile scorgere nel percorso di crescita della ragazza quel senso di smarrimento che deriva dallo scorrere inesorabile del tempo e il desiderio di chiudere una pagina della propria vita per poter andare avanti.“Finisco di contare le mattonelle” del cuoreSingolare e riuscita infine, per quanto riguarda lo schema narrativo, è l’idea dei tre finali stile “libro-game”, che ci ricordano quanto l’amore possa prendere strade imprevedibili. I finali diversi proposti dall’autrice sono punti di vista di una storia che ha lo stesso identico epilogo: quello della ricerca di se stessi nel delicato passaggio tra adolescenza ed età adulta.

Come per gli altri volumi della collana “Le città viste dall’alto”, la location è un importante personaggio della storia. La città catalana, che è al tempo stesso protagonista – quando è trattata dal punto di vista del turista – e sfondo, viene paragonata da Matteo alla città eterna:

“Io le paragono sempre alle donne, Roma è affascinante, Barcellona è bona. Perché questa città è bella, ma per quanto ci possa provare è solamente un esercizio di stile, pura tecnica”.

Abbiamo parlato di
Finisco di contare le mattonelle
Elisabetta Romagnoli
, ottobre 2015
136 pagine, brossurato, colore – 15,00€
ISBN: 9788865435069

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

   

Inizio