Argomenti: /

La Justice League senza Superman, la Fox e l’animazione

Uno sguardo alla campagna promozionale di Justice League e al merchandise legato al film, le mosse della Fox nel settore animato e altre notizie.

Prima di tuffarvi nella lettura di questa puntata, desidero ringraziare tutti coloro che seguono la rubrica. Un paio di settimane fa, infatti, Nuvole di Celluloide ha toccato (e superato) quota 200 puntate. Duecento conversazioni con voi dove l’approfondimento e l’analisi hanno sempre avuto un ruolo centrale, con anche l’obiettivo di fornire notizie e fare pensare. GRAZIE.

A ormai poco meno di due settimane dall’uscita nelle sale di Justice League, la Warner Bros. ha continuato senza sosta la campagna promozionale incentrata sulla pellicola diretta da e , con una strategia intelligente ma anche singolare, che ha visto il suo fulcro centrale nella totale mancanza di ogni riferimento a Superman.

Ad eccezione infatti del final trailer diffuso poche settimane fa, con l’inserimento di una sequenza iniziale che mostrava brevemente il personaggio interpretato da e gli effetti della sua morte su Lois Lane () e il mondo intero, la major americana ha fortemente giocato sulla dipartita dell’uomo d’acciaio in e la sua (quasi) certa resurrezione nel film sul gruppo DC Comics, inscenando una tra le più interessanti e rischiose campagne marketing degli ultimi tempi per quanto riguarda un film tratto dai fumetti.

Attraverso i social network, la Warner si è infatti concentrata sugli altri eroi della pellicola, realizzando una campagna promozionale che ha visto ogni settimana puntare l’attenzione su un personaggio differente. Grazie alla diffusione di featurette e character poster, la major americana è riuscita a dare la sensazione di un progetto che riuscisse a evidenziare la diversità dei vari protagonisti senza per questo snaturare il messaggio di unità, emerso in maniera decisa nei trailer, negli spot e nei poster ufficiali nell’ultimo mese con l’utilizzo dell’hashtag “All In” e la dicitura “You can’t save the world alone”.

Al momento, la campagna promozionale della pellicola risulta molto riuscita, essendo passato il messaggio di un progetto dove Superman alla fine ci sarà sicuramente, ma la cui presenza non viene sbandierata in maniera eccessiva ma, anzi, appena accennata.
La cosa singolare dell’intera operazione, infatti, è che l’attore Henry Cavill sta prendendo parte in maniera attiva al tour promozionale assieme agli altri membri del cast in giro per il mondo, mentre nello stesso tempo nessun segno del personaggio di Superman da lui interpretato è presente nella campagna promozionale ufficiale.

La Justice League senza Superman, la Fox e l'animazione

Come già detto all’inizio di questa puntata, il marketing della Warner continua senza freni grazie anche a numerose iniziative. Una di queste è la partnership tra la major americana e la Mercedes-Benz, che ha pubblicato una serie di motion comics online basati sulla pellicola.
La collaborazione tra la casa automobilistica e lo studios è stata costruita per promuovere il lancio della nuova Mercedes-Benz E-Class Cabriolet e della Mercedes-Benz AMG Vision Gran Turismo, entrambi presenti all’interno del film.

Altra sponsorizzazione della pellicola che vede al centro il settore automobilistico è quello della NASCAR, che ha visto nei giorni scorsi i piloti Dale Earnhardt Jr. e Kasey Kahne del team di Hendrick Motorsports cercare di mettersi alla guida di due vetture con ai lati i personaggi del film sul gruppo DC Comics.
Il problema è che le regole della NASCAR vietano che le auto utilizzate nelle corse abbiano disegni differenti su entrambi i lati, cosa capitata in questo caso.

La regola è progettata per motivi di sicurezza, per fare sì che i piloti, gli sponsor ei funzionari NASCAR non si confondano. A vari sponsor che volevano promuovere due prodotti diversi in un’auto da corsa, è stata negata l’autorizzazione a differenziare i fianchi delle auto. La parte anteriore e la parte posteriore possono essere di diversi colori, ma i lati devono essere dello stesso colore – ha dichiarato un portavoce della NASCAR.

Altra interessante iniziativa è quella di Merchoid, che ha realizzato una apposita linea di giacche ispirate alla pellicola e ai suoi eroi.

20th Century Fox e animazione

La 20th century Fox ha avviato, nei giorni scorsi, una profonda riorganizzazione della propria divisione animazione, promuovendo Vanessa Morrison come la responsabile di una nuova divisione globale che si chiamerà Fox Family e annunciando la scelta di Andrea Miloro e Robert Baird come co-presidenti di Fox Animation.

Nei loro nuovi ruoli, Miloro e Baird sovrintenderanno Fox Animation e avranno inoltre una supervisione diretta di Blue Sky Studios. Inoltre collaboreranno a stretto contatto con il team di leadership di Locksmith Animation, la casa di animazione britannica che ha recentemente instaurato una partnership con la major.
L’annuncio è stato presentato congiuntamente dal presidente della 20th Century Fox Film Stacey Snider e dal vicepresidente Emma Watts, a cui Baird e Miloro riferiranno direttamente.
I compiti di Baird e Milano vedranno anche la realizzazione di nuove partnership di Fox Animation con aziende indipendenti di produzione e singoli produttori.

Questa riorganizzazione nel campo dell’animazione, avviene in seguito al fatto che, nnostante successi di franchise quali L’Era Glaciale e Rio, altri progetti recenti hanno avuto performance sotto le aspettative. Il film dei Peanuts, uscito nel 2015, ha raccolto solo 246,3 milioni di dollari in tutto il mondo. Con la Fox che non si occupa più della distribuzione di pellicole per DreamWorks Animation, la pressione si è fatta molto forte per cercare di trovare uno spazio nel settore animato.

La Justice League senza Superman, la Fox e l'animazione
Vanessa Morrison. A lei il compito di rilanciare il ruolo della Fox nel settore dell’animazione.

Andrea e Robert sono la squadra perfetta per guidare Fox Animation nella sua prossima fase di crescita. Dai loro sforzi creativi al loro acume aziendale, le loro esperienze collettive saranno attività preziose sia per le nostre attività di animazione esistenti che per le nuove opportunità che esistono oggi sul mercato. Inoltre, avere entrambi sul campo di Blue Sky è vitale dato l’importanza di quello studio per nostro futuro nelle pellicole animate – hanno dichiarato Snyder e Watts in un comunicato.

Vanessa ha per molti anni sostenuto gli sforzi dello studio per adottare un approccio più integro nello spazio dell’intrattenimento familiare e questo nuovo ruolo le permetterà di eseguire questo obiettivo. Siamo entusiasti di guidare questa iniziativa e, mentre questo segmento sul mercato continua a crescere, la creazione di questa nuova divisione rafforzerà la nostra impronta nel cercare di creare i migliori film possibili per le famiglie in tutta la nostra azienda.

Secondo fonti citate da Variety, la Snider ritiene che i progetti animati siano un genere sempre più popolare e che Fox deve essere un giocatore attivo in questo campo. La Disney continua a dominare il mercato grazie alla sua divisione Pixar, mentre Warner Bros. e Sony hanno aumentato il numero di pellicole dirette al pubblico familiare mentre la società madre di Universal, Comcast, ha deciso nel 2016 di spendere 3.8 miliardi di dollari per acquistare DreamWorks Animation.

Zanna Bianca

Gli attori Rashida Jones e Nick Offerman presteranno le proprie voci per il film animato Zanna Bianca, adattamento del classico di Jack London.
La pellicola sarà diretta da Alexandre Espirage, vincitore di un premio Oscar per il cortometraggio Mr. Hublot, e prodotta dalla società francese Superprod e dalla Bidibul Productions, con base in Lussemburgo.
Dominique Monfery e Serge Frydman hanno scritto la sceneggiatura, mentre i produttori saranno Marc Turtletaub e Peter Saraf di Big Beach, accanto a Clément Calvet e Jérémie Fajner, Lilian Eche e Christel Henon di Bidibul. Leah Holzer di Big Beach sarà produttore esecutivo con Backup Media.

La Justice League senza Superman, la Fox e l'animazione

Cinebrevi

La Sony Pictures ha reso noto, nei giorni scorsi, che io successo di Spider-Man: Homecoming al box office ha portato profitti alla branca cinematografica della major di 68 milioni di dollari (7,7 miliardi di yen) per quanto concerne i guadagni trimestrali, a partire da 32 milioni di dollari dello scorso anno, grazie alla forte performance globale della pellicola diretta da Jon Watts.

Marvel e Stern Pinball hanno collaborato per creare un nuovo flipper ispirato al franchise cinematografico dei Guardiani della Galassia.
Il nuovo gioco immergerà i giocatori in un ambiente flipper galattico dove Star-Lord, Rocket, Gamora, Drax e Groot devono combattere Ronan per impedirgli di utilizzare la pietra dell’Infinito per distruggere la galassia.

La Justice League senza Superman, la Fox e l'animazione

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio