Radium: partita la raccolta fondi per The Shadow Planet

Radium: partita la raccolta fondi per The Shadow Planet
Il 14 aprile inizierà la campagna di raccolta fondi per The Shadow Planet, il progetto Radium di Giovanni Bandieri, Gianluca Pagliarani e Alan D'Amico.

Comunicato stampa

SAVE THE DATE: 14 APRILE!

Il 14 aprile inizia la campagna di raccolta fondi per il nuovo progetto di Giovanni Bandieri, e Alan D’Amico. Se ami la fantascienza retrò, , John Carpenter e H. P. Lovecraft, non puoi perderti questo kolossal in technicolor!

The Shadow Planet

Due parole anche sugli altri progetti già conclusi.

è stato inviato ai funders e anche i premi digitali sono in via di pubblicazione (mancano solo i MEME, la storia di 3 pagine esclusiva e i video che arriveranno nei prossimi giorni).
Città delle Maschere è stato ristampato e spedito mentre Seconda Caduta inizierà ad uscire settimana prossima con il primo numero digitale.
Zeroi seguirà a ruota (il primo numero è in fase di colorazione).

Due importanti novità: ci siamo impegnati in diversi contesti a rendere l’esperienza dei nostri funders sempre più esclusiva e premiante. Esistiamo grazie a voi e cerchiamo di dimostrarvi il nostro affetto in tutti i modi. In primo luogo ci siamo impegnati a spedire i pack ai nostri funders con largo anticipo rispetto all’eventuale distribuzione in libreria. Avrete il materiale prima, ne avrete di esclusivo e soprattutto… ne avrete di più!

Le edizioni di ZEROI, QUEBRADA e THE SHADOW PLANET (ovviamente!) avranno PIU’ PAGINE. I Trade Paperback avranno quindi 128 pagine (contro le 96 previste) e gli hard cover 144 (contro le 128 previste).

Perchè? Perchè, grazie anche al dialogo con i nostri funders in queste settimane (e all’aiuto dei nostri partner), abbiamo deciso di premiare ancora di più chi deciderà di sostenere le campagne di che, come sapete, sono fondamentali perchè i nostri progetti possano esistere. Quindi i sostenitori in campagna, oltre ad avere una variant cover riservata, la consegna anticipata dei volumi e tutti i perk riservati del caso, avranno a parità di formato più pagine rispetto alle eventuali future edizioni da libreria. Come immaginerete non è una cosa del tutto indolore (soprattutto su due progetti già chiusi come ZEROI e QUEBRADA) ma sappiamo che i nostri funder sapranno apprezzarlo.

Lo Staff Radioattivo

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su