Edoardo Cottafavi immagina “Lo Spazio Bianco”

Edoardo Cottafavi immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos'è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata al fumettista Edoardo Cottafavi. All'interno anche il fumetto da cui l'illustrazione è tratta: Pyramiden scritto da Francesco Malavasi.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Edoardo Cottafavi  con la sua  illustrazione “Pyramiden”. L’illustrazione fa parte di un progetto più grande: un fumetto breve sempre intitolato Pyramiden, dove ai disegni di Cottafavi si aggiungono i testi dello scrittore e poeta Francesco Malavasi e che potete leggere in anteprima proprio qui sotto. Buona visione e buona lettura.

Pyramiden

Lo Spazio Bianco è quello che resterà quando tutto l’universo sarà cancellato, nessuna traccia di disegni rimarrà. Non nero, un buco bianco – Edoardo Cottafavi

Lo spazio bianco? Un buco di culo nell’universo da riempire, per il piacere dei pochi lettori – Francesco Malavasi

7

Pyramiden: Il fumetto

Edoardo Cottafavi

Edoardo Cottafavi nasce a Modena nel 1998, attualmente frequenta il corso di Fumetto e Illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nel 2019 vince il premio Lumintenda sez. Fumetto.
È direttore della sezione “porno” della rivista Profondissima.

CONTATTI
INSTAGRAM

Cottafavi

Francesco Malavasi

Francesco Malavasi nasce nella Bassa Modenese il 21 Marzo del ’98. Pubblica nel 2017 Pioggia di poche nubi (Erga edizioni) opera prima in poesia. Fonda nel 2018 il collettivo poetico Modena city rimers, con cui organizza eventi di poesia performativa in collaborazione con LIPS e Poesia Festival. A settembre 2018 si qualifica terzo al premio nazionale per giovani autori Coopforwords 2018 sezione poesia, pubblicando “È dura ristrutturare casa” nell’antologia L’universo, all’improvviso (Fernandel). Inizia a scrivere per la rivista indipendente Profondissima. Si qualifica per le finali nazionali di Poetry Slam under 20 di Pisa, a cui non partecipa per mancanza di liquidità. Nel 2019 pubblica Accontentarsi delle Briciole (gli Elefanti edizioni), raccolta di racconti brevi, insieme a Federico Carrera. A Marzo 2020 il suo racconto “Misericordioso Dio dei missili” viene selezionato per la raccolta di racconti da record di vendite Tutti dentro (Bertoni Editore). Gli piace pensare di fare parte della Scuola Emiliana, titolo che, a ora, nessuno gli riconosce. Si ricrederanno, si ricrederanno.

CONTATTI
INSTAGRAM

Malavasi

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su