Artecreosa immagina “Lo Spazio Bianco”

Artecreosa immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos'è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata all'illustratrice Rosa Maria "Artecreosa" Di Molfetta.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Rosa Maria “” Di Molfetta con la sua  illustrazione “Fiore vibrante”. Buona visione.

Fiore vibrante

Immagino lo spazio bianco come un fiore candido dispiegato, che mostra il suo lato fragile e incolore, bianco per l’appunto, deprivato del colore, esangue. Non riesce a trovare le forze per diventare spazio colorato e sognante e resta con la sua corolla aperta in attesa di un po’ di luce.

“Come un fiore vibrante hai provato a cercare luce intorno a te ma hai trovato solo buio, i tuoi piccoli petali esangui non hanno più forza per cercare nuova luce” – Rosa Maria “” Di Molfetta

fiore vibrante_di Molfetta

Rosa Maria Di Molfetta

Rosa Maria ha trent’anni ed è originaria della Puglia. Il suo nome d’arte è Artecreosa.
Si è diplomata in Arte e ha conseguito una laurea in Psicologia: l’arte e la psicologia, insieme alla filosofia, l’hanno nutrita e le hanno offerto la possibilità di tradurre parole e sensazioni in immagini. Disegnare è per lei una pratica rituale, essenziale, perché le permette di elaborare pensieri, emozioni, quindi di raccontarsi. Illustra spesso figure femminili dai tratti adolescenziali e delicati insieme a elementi naturali come piante e animali, per dar voce alle diverse parti di sé.

CONTATTI

Instagram
Facebook

di molfetta_immagina

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su