Recensione in Breve: 1500 caratteri al massimo per parlare di un fumetto.

X-Men: Scisma #1 (di 3) (Aaron, Pacheco)

Puntuale come sempre arriva anche quest’anno il mega evento mutante che, già dal nome, non lascia trapelare niente di buono per le sorti degli uomini X. Scisma, titolo di questa saga, è stata affidata a e a un team di disegnatori di alto livello tra cui , Daniel Acùna, Carlo Pacheco, autore di questo primo numero, e altri ancora. Questo episodio iniziale vede Ciclope e Wolverine tenere una conferenza stampa, dove chiedono alle più potenti nazioni della terra di disarmare, come prova di distensione tra mutanti e umani, tutte le Sentinelle a loro disposizione. Purtroppo, nel bel mezzo della conferenza, irrompe un terrorista mutante (di cui non faccio il nome per non rovinarvi la sorpresa) che compromette tutti i buoni propositi di Scott Summers, dando il via all’ennesima isteria nei confronti dei mutanti. Aaron, in poche pagine, mette in moto un’impressionante serie di sotto trame e fa capire che lo scisma del titolo è destinato a deflagrare all’interno della famiglia mutante. Lo scrittore si mostra abile ad agganciare il lettore con buone idee e un uso consono dei personaggi classici, inserendo alcune nuove pedine destinate a giocare un ruolo dominante nei prossimi numeri. Peccato per i disegni di Carlo Pacheco, che pur rimanendo un disegnatore di classe, ho trovato poco preciso nelle vignette più piccole e privo di quello stile peculiare che l’ha contraddistinto per la prima parte della sua carriera. Comunque viste le buone premesse e conoscendo i futuri disegnatori la Civil War mutante sembra promettere bene.

Abbiamo parlato di:
X-Men: Scisma #1 (di 3)
, Carlos Pacheco
traduzione: Claudio Scaccabarozzi
, 2012
48 pagine, brossurato, colore – €3,00
ISBN: 9772039717006 2006

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.