Wonder Woman come Tenet, Spider-Man natalizio

Wonder Woman come Tenet, Spider-Man natalizio
In questa puntata, Wonder Woman segue la scia di Tenet per l'uscita nelle sale, Spider-Man diventa un franchise natalizio e news dal mondo dell'animazione.

La notizia diffusa nei giorni scorsi che la Warner Bros. si appresta a diffondere il 12 agosto un nuovo trailer di Wonder Woman 1984 sembra essere la conferma indiretta che la major ormai, dopo quanto deciso con Tenet, si stia muovendo nel solco di una nuova strategia che punta a fare uscire le proprie pellicole prima nel resto del mondo e successivamente, a distanza ravvicinata, negli Stati Uniti. La diffusione di un trailer ad agosto, infatti, è in linea con l’uscita del film sull’amazzone DC Comics fissata per i primi giorni di ottobre.
E’ comunque possibile che il trailer possa chiarire meglio in che misura l’atteso sequel interpretato da uscirà negli Stati Uniti e nel resto del mondo, in quanto attualmente il film è fissato per una release americana il 2 ottobre mentre, ad esempio, in Italia per il giorno prima. L’ipotesi di una ulteriore modifica delle date però non è scolpita nella pietra, in quanto forse la dirigenza Warner spera ottimisticamente in un calo dei contagi negli Stati Uniti per quel periodo, e quindi non è al momento propensa a un ennesimo cambiamento, cosa che potrebbe anche generare un certo sconforto nel pubblico di casa optando quindi per una uscita in contemporanea sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo.

Come ha evidenziato infatti in maniera intelligente Scott Mendelson su Forbes, se l’obiettivo primario di Tenet è quello di salvare il box office internazionale, quello di Wonder Woman 1984 sarà invece quello di salvaguardare il più possibile il box office USA.

Mentre Tenet viene considerato il potenziale salvatore dell’industria cinematografica globale, il sequel con Gal Gadot potrebbe essere altrettanto importante, specialmente in Nord America. Mentre Tenet potrebbe o meno essere programmato in gran parte dell’America, presumo che Wonder Woman 1984 (che aprirà un mese dopo) stia pianificando una uscita globale convenzionale. Con nove settimane tra oggi e il 2 ottobre, Warner Bros. deve sperare che la situazione del coronavirus sia migliorata abbastanza da consentirlo. La WB proverà a “salvare” il botteghino all’estero con Tenet e quindi a “salvare” il botteghino domestico con Wonder Woman 1984, mentre Dune diventerà il film fantasy di fine anno. Walt Disney offrirà Black Widow, The Kings Man, West Side Story e Soul come potenziali successi globali. Wonder Woman 1984 sembra ambire a essere, se tutto va bene, il film per il “bentornato” nei cinema americani, il primo aspirante grande successo a ricevere una release convenzionale. A seconda dell’ampiezza di Tenet in America e se No Time to Die rimarrà a novembre, il destino del botteghino USA potrebbe essere interamente legato a due supereroi femminili. Forse la Disney potrebbe lanciare Mulan a dicembre e farne una tripletta.

wonder-woman-1984-

diventa natalizio

Nei giorni scorsi Sony ha annunciato in maniera silente una nuova data di uscita nelle sale per il terzo film sull’arrampicamuri, al momento ancora senza titolo, che va a coprire uno slot e un periodo inedito per il personaggio interpretato da , ovvero quello natalizio.
Per il nuovo franchise dell’arrampicamuri si tratta di un cambiamento non da poco, in quanto le due pellicole precedenti, ovvero Spider-Man: Homecoming e il recente Spider-Man; Far From Home, hanno sfruttato appieno la stagione estiva dimostrandosi due grandi successi al box office USA e internazionale. In questo frangente, quindi, l’arrampicamuri segue la strada già intrapresa da Aquaman della Warner Bros., che nella stessa data scelta ora dalla Sony nel 2018 aveva debuttato con 67 milioni di dollari negli USA e oltre 93 milioni nel resto del mondo, per poi incassare in totale oltre 1 miliardo di dollari.

Il periodo natalizio è sempre stato uno tra i più redditizi per l’industria di Hollywood, ma non è mai stato sfruttato appieno per quanto riguarda il genere supereroistico (anche perchè quasi sempre coperto dai film di Star Wars) ma ora, con l’uscita del terzo capitolo sull’alter ego di Peter Parker, potrebbe essere visto dalle major ,come una ottima finestra per le uscite anche per questo genere di pellicole.
Oltre a questo, sarà importante vedere come sarà impostata la campagna promozionale della pellicola che, soprattutto a livello di licensing e partnership, cercherà di utilizzare l’atmosfera del Natale come viatico per aumentare la curiosità del pubblico, anche se un franchise attuale come quello di Spidey non ha bisogno di particolari trucchi per portare gli spettatori al cinema.

spidermanzendaya

Shane Prigmore, veterano dell’animazione che ha lavorato nel corso della sua carriera per Laika, DreamWorks Animation, Warner Bros e Walt Disney Television Animation, è stato assunto come SVP Development presso Skydance Animation. Sarà incaricato di supervisionare lo sviluppo creativo di tutti i film e le serie TV nella lista di produzione dello studio.
Questa lista include i film in uscita Luck, diretto da Peggy Holmes, e Spellbound, diretto da Vicky Jenson, entrambi previsti nel 2022; e Pookoo, scritto e diretto da Nathan Greno. Lo studio gestito da e Holly Edwards ha intensificato le assunzioni e si è recentemente ampliato formando Skydance Animation Madrid, in Spagna.

skydancelogo

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su