Parliamo di: /

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV

In questa puntata riflettori di nuovo puntati sul futuro al cinema degli X-Men, il nuovo Ghost Rider, la serie Krypton e le news di animazione.
Articolo aggiornato il 22/09/2017

Sinistro e gli X-Men

Nei giorni scorsi è stato confermato direttamente dal regista che Sinistro, letale genetista da anni nemesi degli X-Men sugli albi a fumetti, sarà il villain principale del terzo e ultimo film di Wolverine, diretto da e interpretato da .
La notizia ha fatto discutere molto gli appassionati, soprattutto da quando, in X-Men: Apocalisse, la sequenza dopo i titoli di coda presente nel film aveva anticipato l’arrivo del terribile criminale, che potrebbe, a detta di molti, scuotere (in positivo) il franchise cinematografico mutante.

È questa l’opinione espressa nei giorni scorsi su Forbes da Scott Mendelson, il quale ha evidenziato come l’utilizzo di Sinistro, un villain il cui spessore e la cui importanza è seconda solo a Magneto, possa finalmente fornire al franchise una nemesi che non sia, per una volta, proprio il signore del magnetismo.

Magneto è un grande personaggio, e McKellen e Fassbender sono attori eccellenti. Ma il franchising è a un punto morto, quello in cui lo spin-off [Deadpool ndr] ha fatto 782 milioni di dollari in tutto il mondo, e in cui il “prodotto originale” è stato deludente in Nord America (155 milioni) incassandone 543 in tutto il mondo in parte grazie ai 121 milioni di dollari in Cina. Una parte del gioco futuro sarà dimostrare che i film degli X-Men possono creare cattivi memorabili che non sono Magneto e che siano completamente scollegati da Magneto.
Se l’incarnazione cinematografica di Sinistro, un cattivo comune sia ai lettori di fumetti occasionali sia agli appassionati delle varie incarnazioni animate degli X-Men, funziona, allora sarà relativamente un grande passo in avanti per la salute del franchise. A essere onesti, stiamo parlando di un franchising che ha diciassette anni, ma che ha ancora bisogno di evolversi per sopravvivere.

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV
Michael Fassbender e Ian McKellen. La figura di Magneto è assurta a villain principale della saga. Forse troppo?

Nel suo articolo, Mendelson ricorda giustamente come la presenza di altri villain principali, all’interno dei film sui mutanti Marvel, alla fine siano sempre stati un veicolo per ripresentare la minaccia di Magneto. Il William Stryker di Brian Cox in X-Men 2, il Sebastian Shaw di Kevin Bacon in X-Men: l’Inizio, finivano infatti per essere, narrativamente, un modo per riportare nel finale della pellicola la figura di Magneto nel ruolo di nemesi principale.

Chiunque interpreterà Sinistro (probabilmente ) sarà il primo cattivo memorabile in un film degli X-Men del tutto svincolato dalla presenza di Magneto sia come antagonista backdoor o distrazione finale. Quindi sì, inserendo Sinistro in questo terzo film di Wolverine si può fare un gioco intelligente, finché non ci distrarrà da qualsiasi arco narrativo su Logan che verrà raccontato in quello che potrebbe essere l’ultimo film di Hugh Jackman come Wolverine. Sarà poetico se l’ultima apparizione come l’eroe più famoso degli X-Men lascerà il posto al loro primo, indimenticabile cattivo dei fumetti che non sarà Magneto.

La scelta di inserire Sinistro nel terzo film di Wolverine e non nella prossima pellicola degli X-Men, è inoltre un buon modo per non sacrificare il villain. Il contesto attuale dei mutanti Marvel, e soprattutto dei suoi protagonisti, dopo X-Men: Apocalisse, resta ignoto. È vero che sia che Bryan Singer hanno confermato in più dichiarazioni un nuovo capitolo sul grande schermo, ma non è chiaro chi degli interpreti riprenderà i propri ruoli. È in questo frangente che la Fox ha deciso forse di sfruttare appieno il brand di Wolverine per introdurre Sinistro, anche per evitare una probabile sovrapposizione con la figura di Magneto se mai questi tornerà.

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.

Intervistato nei giorni scorsi da CBR, l’attore Gabriel Luna, che nella quarta stagione di Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. interpreta Robbie Reyes/Ghost Rider, ha parlato in maniera dettagliata del ruolo e del suo amore per i fumetti Marvel, fin dalla tenera età.

Ho letto tutti quei fumetti. Sono cresciuto negli anni di Johnny Blaze e Danny Ketch, e ho letto un sacco di quegli albi. Ero un grande fan di Wolverine. Silver Surfer, Ghost Rider, Hulk – quelli sono i miei fumetti preferiti! A mio fratello piacevano gli X-Men. Volevamo condividere gli stessi interessi. Era più un fan di Spider-Man, quello di fine anni ’80, primi anni ’90… Amo ancora quegli albi, e seguo ancora le trame.
Mio fratello in realtà mi permetteva di prendere in prestito “Secret Warriors”, che è un fumetto in cui il personaggio di , Daisy Johnson, ha un sacco di spazio. È stato così bello. Noi tutti, lavorando insieme, sentiamo i personaggi. Voglio dire, Clark [Gregg ndr] ora compare nei fumetti. Forse ad un certo punto la mia immagine come Robbie campeggerà sugli albi. È un pensiero emozionante.

Sapete, ci sono solo 12 numeri di “All-new Ghost Rider”, così ho avuto modo di inalarlo tutto d’un fiato! Nel momento in cui ho iniziato a leggere i fumetti, il che è divertente, sono andato giù al Golden Apple, che è il mio negozio di fumetti del quartiere, e ho guardato le copie sul banco per fare la mia ricerca, e ho chiesto al ragazzo al bancone: “E ‘questa la collana completa?” “E lui dicé Sì, ci sono 12 numeri.” ho detto, “cool”.
Poi il proprietario del negozio, mi ha detto: “Hai sentito di quella roba al Comic-Con di San Diego? Hanno un treno laggiù di ‘Agents of S.H.I.E.L.D.’ con una catena fiammeggiante!” Ci è voluta tutta la forza in mio potere per non vuotare il sacco a quel punto.

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV

La collana “All-new Ghost Rider” di Felipe Smith e Tradd Moore e Damion Scott, è una versione così fresca del personaggio. Lo spirito della vendetta ha abitato molti individui in passato, e Robbie è la nostra ultima versione di Ghost Rider – giusto in tempo per me di intervenire e interpretarlo come un messicano-americano, e come un ragazzo da Los Angeles. Io vengo da Austin, Texas, ma mi sembra di interpretare un sacco di ragazzi di Los Angeles.
Sono molto grato e non mi è affatto sconosciuta l’importanza di questo tipo di cosa. La prendo molto seriamente. Darò il meglio di me stesso per essere Robbie. È incredibile, è… è… una figata! Ti metti il costume e…
Ho parlato con Chris Evans, che si vestì da Capitan America a un party una volta, e ho anche ascoltato alcune interviste di Robert Downey Jr e degli altri ragazzi che parlano del primo momento in cui indossi il costume. Come disse Chris quella sera quando avemmo tempo di parlare del costume: “Già, te lo metti addosso e qualcosa avviene. Qualcosa va al suo posto”.
Io penso che, sul serio, qualcosa sia andata al suo posto dopo aver indossato la giacca nella stanza di prova. Provai questo folle teschio sulla testa che ha tutte queste luci che riflettono le fiamme su qualsiasi superficie attorno a me – compreso il mio costume, ovviamente – e ho realizzato che quella lì era la mia immaginazione. Tutto ciò che costruisci attorno al personaggio nella tua mente, leggendo i fumetti mentre cresci, tutte quelle idee che rappresentano i fumetti si vanno ad allineare con la tua stessa colonna vertebrale. Penso che sia quello, ciò che finisce al suo posto. È stato un momento davvero fantastico.

Intervistato nei giorni scorsi da The Courier, il regista televisivo Colm McCarthy ha avuto modo di parlare di alcuni progetti a cui sta lavorando, tra cui la serie Krypton realizzata da SyFy, di cui ha fornito alcuni dettagli.

È davvero grande. Ci sono un sacco di effetti visivi a cui pensare. Ma si tratta di un bel po’ di divertimento quando si sta giocando con un mondo che è familiare alla gente, perché tutti hanno avuto una qualche relazione con Superman. Con Man of Steel, il film recente che Goyer ha scritto, o con i film di Superman di Donner degli anni ’70 e ’80, che sono quelli con cui sono cresciuto. Così hanno un’idea e Krypton è un nome molto conosciuto. Ma ciò che è Krypton come pianeta significa anche cose molto diverse per differenti persone. Il nostro lavoro con la DC è quello di lavorare con le rappresentazioni dei fumetti; che vengono presentate in una gamma molto diversificata di modi, il che è emozionante perché significa che creativamente la costruzione di un mondo è una missione molto più aperta.
Abbiamo pensato a ogni aspetto della vita kryptoniana. Come mangiavano queste persone? Come si vestivano? Qual è l’ambiente della città? Non posso dire troppo, ma penso che sarà un viaggio davvero emozionante e unico per le persone.
È un modo di dire banale a Hollywood, ma mi ricordo di aver sentito qualcuno dire che il lavoro di un narratore è quello di portare le persone da qualche parte in cui non sono mai state prima e mostrare loro qualcosa che già conoscono; penso che ci sia un fondo di verità in questo, alla gente piace fare un’esperienza in un mondo sorprendente, diverso, ma in cui l’esperienza umana risuona. Penso che sia qualcosa al centro della narrazione.

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV

The Breadwinner

La società WestEnd Films sta collaborando con Cartoon Saloon per il film The Breadwinner, prodotto in associazione con la Pitt Jolie Pas Prods, società di produzione dell’attrice , con il compito di introdurre il progetto ai compratori al Festival di Toronto.
Diretto da Nora Twomey e basato sul romanzo di genere Young Adult di Deborah Ellis , il film è incentrato su Parvana, una giovane ragazza che vive sotto il regime talebano, la quale si taglia i capelli e si traveste da ragazzo al fine di fare riferimento per la sua famiglia dopo che il padre è stato imprigionato. Il libro è stato originariamente pubblicato nel 2000.
La pellicola, che sarà distribuita da Elevation Pictures in Canada, GKids negli Stati Uniti, StudioCanal nel Regno Unito e Irlanda, sarà completata il prossimo anno e dovrebbe uscire nelle sale cinematografiche alla fine del 2017.

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV

Zita The Spacegirl

Fox Animation ha acquisito nei giorni scorsi i diritti cinematografici di Zita The Spacegirl, serie di libri per bambini dal pluripremiato autore e illustratore Ben Hatke.
Gli sceneggiatori Morgan Jurgenson e Alex Ankeles sono stati incaricati di realizzare l’adattamento, che sarà prodotto da Chernin Entertainment.
La serie di libri, il primo dei quali è stato pubblicato nel 2011, è incentrata su una ragazza di nome Zita che si imbarca in un viaggio per diventare un eroe intergalattico dopo che la sua migliore amica viene rapita da un culto alieno sul giorno del giudizio. Lungo la strada, cavalca un topo gigante, si occupa di polli umanoidi così come di robot e fa amicizia con una sorta di creatura simile a un Blob.

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV

The Littlest Bigfoot

Il romanzo per bambini The Littlest Bigfoot, scritto da Jennifer Weiner, sarà adattato da Fox Animation in un film di animazione per il grande schermo che sarà diretto da Chris Bender (Come ti spaccio la famiglia) e dal fratello della scrittrice, Jake Weiner.
The Littlest Bigfoot racconta la storia di due ragazzine di 12 anni – un essere umano e un Bigfoot – che si sentono disperatamente fuori luogo nel loro mondo, ma che trovano l’una l’amicizia dell’altra e combattono per mantenere il mondo Bigfoot nascosto e al sicuro dal mondo esterno. Il libro è stato pubblicato il 13 settembre dalla americana Aladdin Books (una divisione della Simon & Schuster) ed è il primo di quella che appare essere una trilogia. Il secondo capitolo, Little Bigfoot, Big City uscirà nel novembre 2017, e sarebbe anch’esso pronto per essere trasposto al cinema.
Bender e Jake Weiner produrranno il progetto attraverso la loro società di produzione lanciata di recente, Good Fear Film, mentre Jennifer Weiner parteciperà come produttore esecutivo. Andrea Miloro supervisionerà il progetto per Fox Animation.

Sinistro e gli X-Men, il nuovo Ghost Rider in TV

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio