Home > Notizie > Nuove Uscite > Le novità di giugno 2013 della Rizzoli Lizard

Le novità di giugno 2013 della Rizzoli Lizard

Comunicato Stampa

Le novità Lizard in libreria

ZIO PAPERONE – LA DISFIDA DEI DOLLARI (Carl Barks)Le novità di giugno 2013 della Rizzoli Lizard  - PaperoneFB_122956-200x200

Dopo Paperino e il mistero degli Incas, il nuovo appuntamento con il genio di Carl Barks è un libro dedicato al pennuto più ricco e taccagno di Paperopoli: Zio Paperone. Questa preziosa edizione, introdotta da un’originale prefazione del regista George Lucas, ripropone oltre duecento tavole di storie classiche dei primi anni Cinquanta, restituendo ai lettori di oggi tutto il calore e la qualità degli albi originali. Scopri di più

Le novità di giugno 2013 della Rizzoli Lizard  - covertopo_123225-200x165TOPOLINO E I PIRATI (Floyd Gottfredson)

Dopo il successo di Topolino nella Valle Infernale arriva in libreria il secondo volume della serie dedicata a una delle icone fumettistiche più popolari al mondo, e all’artista che per più di quarant’anni ne ha raccontato le avventure, Floyd Gottfredson. Il volume è accompagnato dalle prime tavole di Topolino realizzate in Italia (1931), a firma di Guastaveglia, tratte dalla rivista Popolo di Roma. Scopri di più.

LA PROPRIETA’ (Rutu Modan)Le novità di giugno 2013 della Rizzoli Lizard  - coverproprietafb_123751-200x200

Il nuovo capolavoro dell’autrice di Unknown/Sconosciuto: la cronaca di un ritorno e di un ricongiungimento, il racconto delle tensioni celate, dei ricordi sepolti, dei tormentati sentimenti di una famiglia segnata per sempre dalla Storia. Profondo, commovente e irresistibilmente arguto, il secondo romanzo di Rutu Modan è un trionfo dell’arte narrativa e un raro esempio di eleganza grafica. Scopri di più

www.rizzoli-lizard.com

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

I commenti sono soggetti a moderazione, per questo motivo potresti non vederli apparire subito.
Ti preghiamo di non usare un linguaggio offensivo ma di esporre le tue idee in maniera civile.