Tex Willer #17 – Un giovane bandito (Ruju, Valdambrini)

Tex Willer #17 – Un giovane bandito (Ruju, Valdambrini)
Pasquale Ruju e Fabio Valdambrini mettono finalmente Tex e il giovane Will uno di fronte all'altro. Ma nella tana dei desperados tutto può succedere...

1581441301667.jpg--un_giovane_bandito___tex_willer_17_cover, infiltratosi tra gli spietati “Lupi della Frontiera” riesce ad avvicinare il giovane Will e cerca di persuaderlo a cambiare vita, ma non tutto va secondo i suoi pianiCon due sole scene – una di venti pagine, l’altra di quaranta – conclude la vicenda dei fratelli Chanes. Le premesse poste nel primo atto prospettavano un finale intrigante, purtroppo però l’intreccio si scioglie in modo molto prevedibile ed affrettato. Un respiro più lento e un taglio intimista – approfondendo, ad esempio, il rapporto tra Reba e Will – avrebbero forse giovato al plot.
L’evoluzione dei personaggi infatti è nulla e la loro gestione delude: il desperado Cabrera diventa una macchietta e il rientro in scena di McDougall risulta forzato (la copertina di in questo senso è parecchio fuorviante). Insomma, questo albo, come i tre precedenti, non aggiunge né toglie nulla allo sviluppo della serie (che festeggia ormai l’anno e mezzo di presenza nelle edicole) e appare un escamotage editoriale per permettere a , curatore e sceneggiatore principale, di tirare un po’ il fiato e dedicarsi alle prossime storie. Lo testimonia il suo ritorno ai testi ad aprile con una lunga saga in sei parti e il fatto che Ruju non abbia in cantiere nuovi episodi del giovane Tex.1 
I disegni visualizzano in modo eccellente la sceneggiatura. , avendo a disposizione un set accattivante come il monastero diroccato, è abilissimo nel rendere le atmosfere decadenti degli interni. Il suo tratto, sempre leggibilissimo, cattura l’occhio e coinvolge. Notevoli i due vignettoni (a pag. 11 e 26) e riuscita la sequenza del pozzo a tavola 37 e 38.

Abbiamo parlato di:
#17 – Un giovane bandito
Pasquale Ruju, Fabio Valdambrini
Editore, marzo 2020
64 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,20 €
ISSN: 977261184704600017

1581441376687.jpg--


  1. Pasquale Ruju lo ha dichiarato in commento nel gruppo Facebook Tex Willer: Trading POST il 20 marzo 2020. 

2 Commenti

2 Comments

  1. Giuseppe Spinillo

    7 Febbraio 2021 a 13:20

    Che ne pensate de fatto che questo numero, e solo questo numero (non il precedente e non il successivo) siano fuori catalogo (numero esaurito) già a distanza di pochi mesi dall’uscita, per cui sono venduti a prezzi “sopra le righe” mentre tutte le produzioni Bonelli contemporanee sono reperibili tranquillamente. Almeno le principali. Il fatto sta creando situazioni di disagio tra tutti i nuovi collezionisti,che o si affidano agli speculatori o si fidano di voci che parlano di possibili soluzioni e ripristini in distribuzione dalla Bonelli. Non so cosa pensare. Guardo tutti i giorni sul sito Bonelli ma non muta nulla. Mi sta passando la voglia di prenderlo. Grazie

    • la redazione

      9 Febbraio 2021 a 09:41

      La situazione è effettivamente strana, si possono solo fare ipotesi al riguardo; crediamo la cosa migliore sia non cedere agli speculatori che approfittando della situazione e di pazientare, ci sembra improbabile che la Bonelli non si adoperi per rimetterlo in disponibilità. La storia oltretutto era autoconclusiva quindi rimarrà un buco come lettura ma meno fastidiosa che se fosse stata in più albi. :)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su