Parliamo di:

Justice League: Warner affronta problemi per riprese aggiuntive

Nuove indiscrezioni indicano alcuni piccoli problemi per la Warner nelle riprese aggiuntive del film diretto ora da Joss Whedon.

Variety riporta in esclusiva che la Warner Bros. sta spendendo molto denaro per assicurarsi che possa raggiungere lo stesso successo di Wonder Woman al botteghino.

La major, che non ha voluto commentare la notizia, secondo la rivista di spettacolo starebbe spendendo approssimativamente 25 milioni di dollari sulle riprese aggiuntive, giudicate molto estese, che si stanno svolgendo a Londra e Los Angeles. Il fatto che il cast comprenda al suo interno molti degli attori più famosi di Hollywood, starebbe inoltre creando  alcuni problemi che hanno prolungato la lavorazione.

Di solito è una situazione standard per una pellicola dal grosso budget richiedere riprese aggiuntive o pick-up, ma il costo su Justice League starebbe alzando alcuni malumori. Le riprese aggiuntive costano tradizionalmente tra i 6 e i 10 milioni di dollari, e raramente hanno a che fare con attori che hanno calendari di lavoro complicati, e in genere durano da una a due settimane.

Variety aggiunge che, nonostante e non stiano lavorando su altri progetti, altre star della pellicola come ed hanno dovuto fare i salti mortali per accomodare la loro agenda. Miller sta infatti prendendo parte alle riprese del sequel di Animali fantastici e dove trovarli,  un progetto targato  Warner Bros. che avrebbe reso più facile per l’attore riuscire a muoversi tra la lavorazione dei due film.

I problemi sarebbero sorti invece per Henry Cavill, che proprio in queste settimane sta girando il sesto capitolo di Mission: Impossible, costringendo l’attore a fare avanti e indietro tra le due produzioni e spingere la Waner a rimuovere i baffi ( che l’attore porta per il suo ruolo nel film con Tom Cruise) digitalmente in post-produzione. La Paramount infatti non ha permesso a Cavill di cambiare look durante la lavorazione.

Altre fonti indicano che molte delle nuove sequenze di Justice League riguarderebbero nuovi dialoghi appositamente scritti da , da sempre noto per la sua abilità nel realizzare memorabili scambi verbali tra i vari personaggi dei suoi film.  Inoltre, i set utilizzati da Snyder sarebbero stati usati nuovamente, ma Whedon avrebbe lavorato su “tessuti connettivi” necessari per collegare le varie sequenze.

Variety aggiunge che questa anomalia dello spendere molto per le riprese aggiuntive sta diventando una normalità tra le major di Hollywood, le quali hanno a che fare con pellicole sempre più grandi e costose.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio